“Giochiamo al dottore?”: Netflix lancia Sex Education

Durante ogni sessione scelgo una serie che diventi la scusa per prendere una pausa dai libri sottolineati che ingombrano la scrivania. Questa volta, un po’ da masochista, ne avevo scelta una horror. Beh, se mai supererò il trauma da visione, un giorno ve ne parlerò. Continua a leggere

Annunci

LA SCENA CREATIVA TURCA CONQUISTA I PALINSESTI ITALIANI

Se vi dicessi che la Turchia è il secondo Paese al mondo (dopo gli Stati Uniti) ad esportare il più alto numero di serie tv nei mercati non familiari, ci credereste? Sembra strano, quasi surreale, ma negli ultimi anni il sistema televisivo turco ha visto un’importante crescita, resa possibile da un genere specifico: il drama.

Continua a leggere

Boris: Tv Inception

La televisione italiana ha sfornato poche serie televisive degne di nota nell’universo mondiale che invece si sta dimostrando sempre più florido e sviluppato. A parte Gomorra, Suburra, Romanzo Criminale, 1992, che comunque, eccetto per la realizzazione, a livello di trama si lasciano spesso liberamente ispirare dalla cronaca del nostro Paese, esiste una quinta produzione che personalmente ho apprezzato moltissimo: Boris. Continua a leggere

Podio su Netflix ma… anche su Spotify

Quando si guarda una serie Tv o un film ci sono tanti elementi che possono catalizzare la nostra attenzione e è la combinazione di questi che determina se un contenuto è stato soddisfacente oppure no. Continua a leggere

NO TIME TO LOSE!

Non sono una persona che ama perdere tempo. Piuttosto che rischiare di perdere tempo, perdo tempo a informarmi su cosa non mi farà perdere tempo. Ad esempio, spesso mi faccio consigliare serie tv dai miei amici e mi sento veramente offesa quando qualcuno mi consiglia una serie che ritengo inconsistente. Ovviamente io e il mio autismo non riusciamo a interrompere a metà di una stagione, quindi mi ritrovo dopo 8 ore a chiedermi cosa ho sbagliato nella mia vita. Continua a leggere

BLACK FUTURE

Una delle mie serie preferite in assoluto, che si è addirittura salvata dall’essere bandita dall’Olimpo delle mie serie favorite dopo il flop dell’ultima stagione è Black Mirror. Continua a leggere

LA PROVA COSTUME SECONDO ME

L’estate è quel periodo dell’anno in cui notoriamente le persone rifioriscono, ritrovano quella forza di interagire con il prossimo che il letargico inverno ci aveva sottratto. È anche il periodo in cui ci si rende conto che forse nel grigiore dei mesi precedenti, in cui non si vedeva la luce in fondo al tunnel, si è ignorato un punto a cui disperatamente si cerca di porre rimedio, più o meno tutta l’umanità all’unisono, a partire dai primi di giugno: la forma fisica. Io dico no a tutto questo.

Continua a leggere

Netflix salva Lucifer

Dopo l’ondata di notizie che avevano come tema la cancellazione di serie tv, i fan di Lucifer possono tiare un sospiro di sollievo, scopriamo insieme cos’è accaduto.  Continua a leggere

Dynasty: un’operazione di nostalgia

Il marketing della nostalgia è uno degli approcci più adoperati dai brand e dalle aziende che cercano di sfruttare il potere di una delle emozioni umane più pervasive. Il ripristino del valore dei contenuti mediali è caratterizzato da una dinamica molto complessa che consente di restituire pieno valore a contenuti, a patto di saper attivare le più efficaci strategie di restituzione della qualità. Continua a leggere

LA VITA È UNA CONTINUA RINASCITA

Stella Abbott, giovane ragazza malata terminale di cancro, negli ultimi anni conduce una vita al massimo e come se ogni giorno fosse l’ultimo. Un giorno improvvisamente una notizia cambia il corso degli eventi: la malattia è stata sconfitta.

Continua a leggere