IL MIO ERASMUS A BARCELLONA

Ho sempre desiderato partire per l’Erasmus. Avevo molti amici che avevano già partecipato al programma durante la triennale ed erano tornati a Milano carichi di esperienze e avventure da raccontare. E quando è toccato a me, quasi non mi sembrava vero.

Continua a leggere

TIME MACHINE: VEDERE E SPERIMENTARE IL TEMPO

Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020, all’interno delle sue innumerevoli iniziative, ha deciso di offrire ai suoi cittadini ed ai turisti di tutto il mondo la possibilità di vedere e sperimentare la concezione del tempo attraverso immagini, fotografie e video del cinema e di altri media. Essendo amante della mia città, attratta da ciò, ho deciso di visitare questa mostra compiendo così il mio “viaggio nel tempo”.

La mostra Time Machine nasce da una questione fondamentale: “Le immagini e la manipolazione temporale hanno davvero avuto impatto sulla nostra percezione del tempo, del passato, del presente e del futuro?”. In risposta a ciò, l’esposizione racconta il modo in cui il cinema e altri media fondati sulle immagini in movimento, come video e video-installazioni, hanno trasformato, nel corso della loro storia, la nostra percezione del tempo.
È proprio l’affascinante claim “La Cultura batte il Tempo” che accompagnerà la città in questo suo anno speciale. La mostra, infatti, propone una sorta di “viaggio nel tempo”, che può essere compiuto da ognuno di noi, reso possibile da tecniche cinematografiche di manipolazione temporale, come il ralenti, l’accelerazione, il
fermo immagine, il time-lapse e altro ancora.
Nelle venticinque stanze del Palazzo del Governatore troviamo immagini di cinema, video e video-installazioni da osservare come vere e proprie “macchine del tempo”, secondo tre diverse accezioni: come media capaci di registrare, archiviare e ripresentare fenomeni visivi e audiovisivi. Come media che rendono possibili diverse forme di viaggio nel tempo. Infine, come media che operano diverse forme di manipolazione temporale.
Attraverso immagini provenienti dai diversi campi del cinema, della videoarte e delle video-installazioni, con alcune incursioni nella storia della fotografia, la mostra copre un arco temporale che va dal 1895 al nostro futuro prossimo. Al termine del percorso l’idea principale è quella che il cinema e gli altri media, attraverso le loro tecniche, i loro strumenti e la loro creatività hanno reso il tempo malleabile, controllabile e percorribile da ognuno di noi.

Posso raccontarvi che il mio “viaggio nel tempo” è stato affascinante, a volte
surreale, quasi impossibile, ma allo stesso tempo concreto e autentico. Un percorso fatto di emozioni, pensieri contrastanti, ricordi offuscati. Ogni mio nuovo passo era una traccia indelebile, un’immagine lontana, ma allo stesso tempo un segno, una speranza e altre volte un sogno. Come la nostra percezione del tempo possa cambiare in base a ciò che osserviamo o che ascoltiamo l’ho sperimentato proprio così. Auguro a tutti voi un “viaggio” speciale, non solo fatto di ricordi, quanto piuttosto di innumerevoli speranze.

Valentina Picinini

PERDERSI E RITROVARSI A BOLOGNA

Camminare, curiosare nelle stradine e poi allargare lo sguardo su una piazza così vasta che sembra poter accogliere tutti in un enorme abbraccio. Questo, e molto altro, nella sorprendente Bologna.

Continua a leggere

VALENCIA, UN ERASMUS TRA SOGNI E PAURE

Ciao! Sono Antonella, una CIMER che a 23 ha deciso di seguire i propri sogni. Continua a leggere

LA FORESTA DELLE FIABE: SCORCI E CURIOSITÀ DI UNA GITA NELLA FORESTA NERA

Tutti siamo cresciuti con i racconti di Hansel, Gretel e di Cappuccetto Rosso; sconosciuto ai più, tuttavia, è che i fratelli Grimm Jacob e Wilhelm si sono ispirati proprio alla Foresta Nera per lo sfondo di molte delle loro opere.

Continua a leggere

RICCARDO GUERRA, DALL’OCCIDENTE ALL’ORIENTE

Sono Riccardo Guerra, ho 25 anni e frequento il secondo anno di CIMO, profilo Media Management. Da sempre sono affascinato da ogni forma di comunicazione e di marketing e nello specifico, come questi processi possano condizionare il comportamento delle persone. Continua a leggere

LA NOTTE DELLA TARANTA

Nella piccola città pugliese di Melpignano (Lecce), come ogni anno, torna La Notte della Taranta, un raduno annuale di danzatori, musicisti e amanti della tipica danza messapica, che ha origini antichissime. Il 25 agosto 2019 si concluderà la 22esima edizione questa straordinaria manifestazione itinerante, una delle più apprezzate nella cultura popolare europea e il più grande festival di musica popolare d’Italia. Continua a leggere

ESTATE 2019: LE MIGLIORI METE SECONDO LONELY PLANET

Dubbi per l’estate 2019? Nessun timore: Lonely Planet ci consiglia le mete più in voga per questo afosa e caldissima estate! Continua a leggere

IMACS PROGRAM: LEARNING THE DIFFERENCE MAKES THE DIFFERENCE

Leaving the “comfort zone”: this was the most difficult, terrifying, yet thrilling thing I had to do when I got accepted for the International Master in Audiovisual and Cinema Studies, an MA program offered by a network of fourteen universities in Europe and Canada.

Continua a leggere

WE ROAD: LA PIATTAFORMA ONLINE PER I MILLENNIALS VIAGGIATORI

“Prepara lo zaino, gli amici li portiamo noi” è questa la mission di WeRoad, una piattaforma online nata dall’idea di Paolo De Nadai, CEO di OneDay Group.

Continua a leggere