Intelligenza artificiale e Content Marketing, i tool che cambiano la realtà digitale

Definire cosa sia l’intelligenza artificiale è un compito molto arduo, che merita un’attenta analisi affinché si possa dare una nozione chiara ed esaustiva.
Per il dizionario De Mauro è “l’insieme di studi e tecniche che tendono alla realizzazione di macchine, specialmente calcolatori elettronici, in grado di risolvere problemi e di riprodurre attività proprie dell’intelligenza umana”.
Come tutto ciò possa influire sulla tecnologia è un’altra bella domanda alla quale una risposta chiara non c’è, ma un pensiero univoco sì: tantissimo, al punto da aver modificato schemi e pensieri scientifici in maniera radicale, mutandoli in miglioramenti e maggiori possibilità per tutti coloro che ne usufruiscono.
Continua a leggere

Annunci

Privacy e trattamento dati sensibili: cosa cambia con il nuovo regolamento europeo

Dopo vent’anni dall’entrata in vigore della prima legge sulla privacy in Italia, il 25 maggio il Nuovo Regolamento europeo (2016/679) manderà in pensione il vecchio Codice della Privacy (D.Lgs. n. 196/2003). Il Regolamento diventerà da subito applicabile senza alcun recepimento da parte dei Paesi dell’Unione, e di conseguenza saranno adottate le disposizioni comunitarie a prescindere dalle normative nazionali.

Continua a leggere

TEMPO DI LIBRI #10: “Evviva le Buone Notizie!”

Bebe Vio è una di quelle persone che sprizzano energia e vitalità da tutti i pori, una “rompiballe” – così lei stessa si definisce – che trasmette con la sua empatia la positività che la contraddistingue. Ospite a Tempo di Libri lunedì 12 marzo, la giovane campionessa olimpica e autrice del libro Se sembra impossibile allora si può fare ha raccontato il suo approccio alla vita e cosa la spinge a combattere ogni giorno.

Parafrasando le parole della giornalista Elisabetta Soglio che ha condotto l’intervista, Bebe Vio è una “buona notizia vivente” ed è per questo che il Corriere della Sera ha scelto di renderla protagonista dell’inserto Buone Notizie! – L’impresa del bene, inaugurato a settembre con lo scopo di diffondere solo energia positiva.
Sicuramente Bebe ne ha da vendere e le viene trasmessa dalla famiglia e dallo sport, ma è qualcosa che a detta della sportiva tutti possono ritrovare una volta che si fissano un obiettivo e fanno di tutto per ottenerlo.
Raccontando del famoso selfie con Barack Obama, nato in seguito a una scommessa con il Trio Medusa, confessa che per lei tutto è una competizione. A settembre inizierà le qualifiche per le Olimpiadi e il suo prossimo obiettivo è l’oro a squadre. Sostiene inoltre che la gioia più grande del vincere una medaglia è poter ripagare la fatica delle tante persone che lavorano per poterlo rendere possibile e di cui lei è soltanto la portavoce.
Bebe è infatti una ragazza con i piedi per terra, che apprezza anche le piccole cose che solo la “vita normale” può regalare. Racconta di imparare molto dalle persone che la circondano ogni giorno e che il suo idolo, insieme a Yury Chechi e Demetrio Albertini, è una giovane promessa dello sport di soli 9 anni. Aver iniziato da poco l’università in America, inoltre, le permette vivere la vita di una normale ragazza della sua età senza essere riconosciuta come una celebrità.
Parlando del suo ultimo libro, Bebe ammette di non aver inizialmente voluto scriverlo. Chi l’ha spinta a farlo è stato un uomo che una volta le raccontò di volersi suicidare e che solo le parole della ragazza alla TV lo fermarono. Questo l’ha convinta a scrivere per passare un messaggio semplice ma prezioso alle persone: “la vita è una figata” e se non siamo noi i primi a porci dei limiti nessuno può farlo.

Insomma, come Bebe stessa afferma “la vita è tutta una questione di scelte. Puoi scegliere se essere felice, quindi vai a leggere le Buone Notizie!”

Alessandra Gennaro

WES ANDERSON. Retrospettiva integrale

Dal 19 Marzo è iniziata presso il cinema Beltrade una rassegna dedicata a Wes Anderson. In attesa del suo ultimo film che uscirà a Maggio, vi proponiamo questa iniziativa da non perdere. Il Cinema Beltrade, in contemporanea e grazie alla collaborazione del Post Modernisimo, presenta la retrospettiva competa di Wes Anderson.

Continua a leggere

Il marketing della nostalgia, una strategia vincente.

Ultimamente i brand hanno puntato maggiormente su quello che viene definito il marketing della nostalgia. Di che si tratta? È il modo più comune di usare il potere di una delle emozioni umane che più di altre ha un enorme effetto persuasivo su di noi.

Continua a leggere

È arrivata HOLD, la prima app che ti premia se non usi lo smartphone

Hold, la prima app che ti premia con caffè, biglietti per il cinema e sconti su Amazon, se riesci a non utilizzare lo smartphone.
Continua a leggere

CONSIGLIATI DA CIMO – SETTIMANA DAL 23 AL 29 APRILE

Le temperature si sono alzate ed è giunto il momento di passare un po’ di tempo all’aperto, meglio se in compagnia. Concerti, food, arte e design sono il cuore degli eventi di una settimana ricca di emozioni. Scopriamoli insieme!

Continua a leggere

I modi in cui Google ti controlla se hai uno smartphone Android

Giornalmente ognuno di noi si relazione alla tecnologia in svariati modi, scegliendo di inviare un’immagine, scrivendo uno stato sul proprio profilo social oppure scaricando semplicemente un’applicazione dal proprio store.

Continua a leggere

I, TONYA: La gloria di un fugace attimo

La storia si concentra sulla vita burrascosa della pattinatrice su ghiaccio statunitense più famosa del mondo: Tonya Harding. Ricordata per essere stata la prima ad eseguire un triplo axel nel 1991 e per il suo presunto coinvolgimento al brutale attacco ai danni di un’altra pattinatrice nel 1994. Continua a leggere

3%: Come si dice, chi merita di vivere?

In un mondo dispotico la popolazione vive in condizioni disumane e in crisi perenne, ma all’età del ventesimo anno si ha, come unica via di scampo, la possibilità di superare un Processo che può consentire di vivere nel cosiddetto Offshore, isola dalle grandi possibilità. È un luogo in cui solo il 3% della popolazione merita di vivere, ma gli è consentito solo dopo aver superato una serie di prove. Continua a leggere