IL LATO OSCURO DELLA SERIALITÀ: STORIE INFINITE

Pochi giorni fa mi è capitato di finire su Netflix una serie praticamente sconosciuta: Damnation.
Un ottimo western, carico di forti sottotesti politici, ben recitato, scritto molto bene, diretto anche decisamente meglio, con inquadrature che davvero sembravano quadri.

Continua a leggere

NETFLIX GOES THEATRICAL: QUANDO I SERVIZI OTT CONQUISTANO LE SALE

Se i grandi Studios Hollywoodiani iniziano a mostrare il desiderio di conquistare la loro fetta di mercato over the top (come l’apertura della piattaforma Disney Plus da parte della Walt Disney Company), è anche vero che la convergenza mediale in atto vede un’integrazione anche nel senso diametralmente opposto: le piattaforme di servizi OTT iniziano ad interessarsi sempre di più a quegli strumenti di distribuzione tradizionalmente legati al consumo offline, come le sale cinematografiche.  Continua a leggere

COME MAI I COLOSSI SOCIETARI INIZIANO A STACCARE LA SPINA DA FACEBOOK?

Quando oggi parliamo di social network, non è più soltanto un’opzione, ma una scelta certa e ben definita anche a budget. Le grandi società sono da anni presenti online, per implementare la percezione della loro immagine (è sempre una questione di awareness e reputation), dare l’idea di essere sempre presenti, e automaticamente permettere ai ‘fuori target’ di venire a conoscenza del loro Brand.

Continua a leggere

IMACS PROGRAM: LEARNING THE DIFFERENCE MAKES THE DIFFERENCE

Leaving the “comfort zone”: this was the most difficult, terrifying, yet thrilling thing I had to do when I got accepted for the International Master in Audiovisual and Cinema Studies, an MA program offered by a network of fourteen universities in Europe and Canada.

Continua a leggere

SE L’ARTISTA È SITE-SPECIFIC: SEAN SCULLY A VILLA PANZA

Un artista irlandese, diventato cittadino americano, espone decine delle sue opere in una villa settecentesca nascosta nel cuore di Varese. Sean Scully e le sue tele sono i protagonisti della personale del pittore, intitolata Long Light, ospitata a Villa Panza fino al 6 gennaio 2020.

Continua a leggere

LIBERATO VS SALMO: CHI VINCERÀ?

Signore e signori, benvenuti al main event della serata dove si sfidano due degli artisti più in vista nella scena rap italiana.

Continua a leggere

GENERAZIONE DELLA CONTROCULTURA: ARANCIA MECCANICA

Oggi vogliamo parlare di Arancia Meccanica (A Clockwork Orange), film diretto e prodotto da Stanley Kubrick nel 1971.
Un capolavoro della storia del cinema, che rappresenta non soltanto un colosso della letteratura cinematografica, ma anche una scoperta di nuovi mondi linguistici, che se oggi non siamo ancora in grado di darli per scontato, negli anni 70’ furono assolutamente visionari.

Continua a leggere

(RE)THINKING SPORT COMMUNICATION CON ANDREA IANNONE

Lo sport è l’asse portante del nostro stare insieme. Ma com’è cambiato il suo modo di “raccontarsi” negli ultimi anni? Continua a leggere

GAME OF ENDING: CINQUE COSE CHE CI MANCHERANNO DEL TRONO PIU’ FAMOSO DELLA TV

Otto stagioni, settantatré episodi, dieci anni di produzione, quarantasette premi Emmy. Questi numeri non riescono a quantificare l’enorme successo della serie che ha portato il genere high fantasy nel mainstream, che superato record produttivi e narrativi e che, nonostante i difetti delle ultime stagioni, ha coinvolto l’intero globo. Continua a leggere

IL MARKETING HA UCCISO LE IDEOLOGIE?

È il 2016 quando l’Edelmann Trust Barometer, uno degli indicatori più importanti che segnala la fiducia dell’opinione pubblica nei confronti delle istituzioni, inizia a mostrare i primi segni di quel fenomeno che alcuni hanno chiamato il rovesciamento dell’imbuto: istituzioni politiche e aziende iniziano a diventare sempre meno credibili e a essere viste con sospetto dalla popolazione mondiale.

Continua a leggere