GUCCI FEST: LA NUOVA COLLEZIONE SVELATA TRA MODA E CINEMA

Gucci introduce una vera e propria rivoluzione nel mondo della moda: dal 16 al 22 novembre è in onda Gucci Fest, una miniserie in sette puntate che presenterà la prossima collezione del brand, unendo per la prima volta cinema e moda

In un’epoca dominata dal digitale e in un periodo così delicato come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia, Gucci decide di lanciare la sua nuova collezione in una modalità un po’ diversa, scegliendo di rinunciare alle sfilate tradizionali. Ma questo non è un male: la maison di alta moda coglie l’occasione proponendosi con un’idea del tutto originale, ossia presentare la prossima collezione attraverso una miniserie articolata in sette episodi. Ecco che moda e cinema, per la prima volta nella storia, diventano un tutt’uno. Le serie tv sono ormai parte della quotidianità di gran parte delle persone, quindi perché non sfruttarle per fare qualcosa di completamente rivoluzionario?

Gucci Fest è un festival online ideato e creato dalla casa di moda fiorentina, che verrà reso disponibile giorno per giorno nel corso della settimana del 16 novembre su YouTube, Weibo e sul sito ad esso dedicato, Guccifest.com. In occasione del festival verrà svelata la nuova collezione di Gucci, dal nome Ouverture of something that never ended. Girata nella città di Roma e co-diretta dal regista Gus Van Sant e Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, la serie ha come protagonista l’attrice italiana Silvia Calderoni. La performer, vivendo la sua routine quotidiana, si troverà coinvolta in una catena di avventure surreali, spostandosi nelle varie zone della città eterna e indossando i nuovi capi e accessori firmati Gucci. Nel corso delle puntate la Calderoni incontrerà una serie di artisti internazionali tra cui Harry Styles, strettamente legato al brand dal 2015, e Billie Eilish, testimonial della maison da ormai qualche stagione, insieme a molte altre celebrità amiche del marchio. 

Il canonico concetto di stagionalità delle collezioni, che fino a oggi ha caratterizzato il mondo della moda, è stato in questa occasione totalmente scavalcato. Alessandro Michele ha voluto sviluppare una narrazione atipica che avesse come punto fermo l’ispirazione e l’inventiva, abbandonando così ogni canone e ogni regola. Il filo conduttore di tutto il progetto è la filosofia del marchio, che vuole essere senza fine, senza finalità e senza nessun criterio prestabilito. La presentazione della nuova collezione sarà dunque uno spettacolo mai visto prima

Ma non finisce qui. Oltre ai sette cortometraggi, Gucci Fest sfrutta l’opportunità anche per lanciare, attraverso dei fashion film, le creazioni e i progetti di moda di quindici giovani stilisti emergenti e indipendenti. Pertanto, sarà una celebrazione del concetto di creatività e di innovatività a tutto tondo.

Ancora una volta Gucci supera ogni aspettativa dando vita ad un evento unico e senza precedenti e che, grazie a questa innovativa modalità, raggiungerà certamente un pubblico molto più vasto e variegato. È noto ormai da tempo che la maison sia in grado di stupire e di trasmettere sempre originalità e creatività allo stato puro: Gucci Fest sarà ogni giorno una rivelazione e un mondo da scoprire.

Claudia Campanale