Perché ci allontaniamo dai social?

Giornalmente spendiamo tempo sui nostri social, che sia questo Facebook, Instagram, Twitter: il tempo che passiamo online diventa sempre più intenso.
Attraversiamo la città, entriamo in casa, ci guardiamo intorno mentre siamo in vacanza e tutto ci dice: scatta un’altra foto!

Ebbene sì, i social e il loro utilizzo hanno portato ognuno di noi a rendere la nostra vita una sorta di spettacolo. Oggi sembra un luogo comune affermare che “i social hanno tolto spazio alla possibilità di godere davvero di un momento” eppure è così. In questo articolo invitiamo tutti noi, che nel digital lavoriamo o che semplicemente amiamo i social e il loro potere di #share, a fare una riflessione sul potere e l’influenza dei social in generale nella nostra quotidianità.

Alcune ricerche condotte da eMarkete affermano che Facebook sia negli States che in Italia, perde sempre più appeal verso la fascia dei giovani utenti, ormai più vicini ad altri social.
Vi siete mai chiesti il perché? Noi sì!
In una prima analisi la risposta più ovvia sembra essere: “Facebook ormai è un social per anziani! Meglio Instagram…”.
Instagram, YouTube e simili hanno ormai preso il posto del social per eccellenza, la culla nella quale ognuno di noi ha mosso i primi passi tra un like e un condividi.
Ma la vera domanda è: ci stiamo abituando a saltare da un social ad un altro senza mai stancarci?

Intorno a quest’ultima si potrebbe aprire una vera e propria diatriba, ma difatti il mondo dei social ci sta abituando a fare salti generazionali da una realtà virtuale ad un’altra.
Il primo approccio al mondo della condivisione online lo abbiamo avuto 14 anni fa, con Facebook, la nuova generazione invece muove i primi passi dello #share su Instagram o Snapchat. In ogni caso siamo sempre più integrati nel mondo virtuale, amiamo la condivisione e facciamo di questa un vero e proprio potere per la nostra voglia di mostrare e mostrarci.

Non tutti la pensano così, difatti molto sono coloro che scelgono di fare l’opposto, di allontanare la virtualità e tenersi stretti la quotidianità della condivisione fatta di un #touch vero e non solo interattivo e legato allo smartphone.
Molti credono che i social, in particolare Facebook, siano solo utili per mantenere attivo il tasso di informazioni che normalmente non ci arriverebbero. Da qui possiamo pensare al potere della ricerca di una casa attraverso le bacheche di “Vendita-affitti appartamento a cittàX” o la vendita di libri.

Oggi ti invitiamo a porti una serie di domande: utilizzi i social per le informazioni che recuperi attraverso questi?Utilizzi i socila come diario personale per collezionare e condvidere momenti?
Non utilizzi i social perché non li ami, ma sei iscritto su alcuni di loro solo per noia?
Il potere della connessione così come quello della disconnessione è sempre molto forte: tu cosa scegli di fare? Condividi con noi il tuo punto di vista! Scopri se il tuo interesse per i social è davvero forte, inesistente o solo legato all’utilità di quest’ultimo. Rispondi alla nostra domanda.

Francesca Galeone

Annunci