ENIT E NETFLIX INSIEME PER PROMUOVERE IL “BEL PAESE”

Guardare un film, una serie tv e rimanere affascinati dai luoghi e i paesaggi è diventato parte della nostra esperienza di consumo mediale. Tante volte abbiamo sognato di poterci trovare in questi luoghi magici dove tutto sembra semplice e felice, dove anche noi spettatori siamo parte di una storia già scritta che nella maggior parte dei casi porta a un lieto fine.

Nel 2020 a causa della pandemia globale di Covid-19 i viaggi, e in maniera più generale, il turismo, hanno subito una battuta d’arresto. Niente più voli, niente più hotel, mare… niente più viaggi nelle nostre mete del cuore, luoghi visti solo attraverso uno schermo e tanto desiderati. Per fortuna c’erano gli schermi, o meglio, i contenuti che nel periodo di lockdown ci hanno fatto compagnia. La fruizione di contenuti sulle piattaforme è cresciuta e con essa anche le partnership con gli enti del turismo. Queste partnership hanno portato un buon flusso di turisti in diverse zone d’Italia e alcuni di questi accordi sono stati rinnovati.

Per esempio, ENIT e Netflix hanno siglato un accordo per continuare a rafforzare il legame tra produzione audiovisiva e promozione turistica. Il progetto mira a promuovere il brand Italia e verrà sviluppato da un team dedicato. Il progetto è stato sostenuto dai risultati dello studio che è stato condotto su un campione rappresentativo della popolazione in 6 paesi tra cui Brasile, Francia, India, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti. I risultati mostrano che le persone che hanno fruito di contenuti italiani, hanno una probabilità maggiore di considerare l’Italia come la propria prossima destinazione turistica. In più, l’87% delle persone che hanno guardato contenuti italiani hanno dichiarato di essere interessati a visitare l’Italia. I punti di forza che hanno permesso un risvolto positivo dell’indagine e una maggiore inclinazione a visitare il Paese sono la storia, la cucina e la cultura.

Sono tante le serie televisive italiane di Netflix che hanno contribuito alla crescita di questo fenomeno: “SummerTime” ambientata a Cesenatico; “Baby”, “Suburra – La serie” e “Skam Italia” che possono vantare come sfondo della narrazione niente meno che la capitale d’Italia; “Curon” ambientato in Trentino-Alto Adige; “Il nome della rosa” ci porta nelle alpi piemontesi; “Fedeltà” le cui location sono Milano e Rimini. Ultimo, ma non per importanza, “E’ stata la mano di Dio”, film di Paolo Sorrentino ambientato a Napoli negli anni ’80 e candidato agli Oscar 2022 come Miglior Film Internazionale.

Veronica Minardi

CICLOTURISMO – LA PRIMA FIERA ITALIANA A MILANO

Ebbene sì, finalmente per tutti gli appassionati delle due ruote, siano essi donne, uomini o bambini, ha avuto luogo per la prima volta in Italia, la fiera del cicloturismo.

Continua a leggere

MY BRANDING, MY STORYTELLING: GIULIA MARRAS

Mi chiamo Giulia Marras, frequento il corso di Laurea Magistrale in Comunicazione per l’Impresa, i Media e le Organizzazioni Complesse, profilo Comunicazione d’Impresa. Sono una ragazza a cui piace vivere sempre nuove esperienze, amo viaggiareleggere e dedicarmi alla scrittura. Il vasto mondo della comunicazione mi ha sempre affascinata e il percorso di studi intrapreso mi ha consentito di soddisfare la mia curiosità, facendo crescere la mia passione. 

Continua a leggere

ENCORE: LA NUOVA FRONTIERA DEL TURISMO CULTURALE

Quante volte è capitato di trovarsi in una città e non sapere quali siano i luoghi più interessanti da visitare? Il progetto Encore, durante un intervento a Bookpride, si è proposto di risolvere questo problema. Continua a leggere

COMO: CITTÀ DEI BALOCCHI 2018 COME OPPORTUNITÀ DI RILANCIO DEL TERRITORIO

Una delle manifestazioni natalizie più note in Italia: la Città dei Balocchi, organizzata a Como dal 24 novembre 2018 al 6 gennaio 2019 per il venticinquesimo anno consecutivo.

Continua a leggere

AMBIENT MARKETING: IL GLASS EMOTION BRIDGE DI VARESE

A Varese, in occasione della Varese Design Week – una sorta di passaggio del testimone con il Salone del Mobile di Milano– è stato installato per un mese, da metà aprile a metà maggio, il Glass Emotion Bridge: un ponte alto cinque metri realizzato completamente in vetro e acciaio che affascina, diverte e fa beneficenza. Continua a leggere

GLOCALNEWS#3. Unesco e i cammini culturali: una risorsa per i territori e i giovani

“Ad oggi il brand Italia si posiziona nella top ten mondiale degli Stati migliori e viene stimato all’estero come love brand”, sottolinea Francesco Tapinassi, dirigente presso la Direzione generale per le politiche del turismo del MiBACT.                                                                                         Italia, cultura, turismo, sviluppo, giovani e risorse territoriali. Sono queste le parole chiave della conferenza sull’Unesco e i cammini culturali tenutasi sabato 17 novembre al Glocalnews Festival di Varese. Continua a leggere

Nuovi modi di viaggiare al tempo dei social network

I social media sono in grado di influenzare le scelte di viaggio di una persona, oltre che incidere sulle attività da svolgere durante il soggiorno. Cosa significa oggi avere come compagni di viaggio Facebook, Instagram o Trivago? Continua a leggere

VALORI E SIGNIFICATI CULTURALI DELL’OSPITALITÀ. Le nuove frontiere del turismo secondo Stefano Ceci

«Il turismo non esiste!»: questa è stata una delle prime frasi con cui Stefano Ceci, Founder&CEO presso Travel Mesh, ha dato inizio al primo dei due incontri di open lecture tenutisi giovedì 6 e venerdì 7 aprile presso la sede di via Carducci dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, per gli studenti del Master MEC (Master Eventi Culturali). Continua a leggere