DAN FLAVIN E IL MINIMALISMO INCONTRANO MILANO

Siamo tutti affascinati dal minimalismo e Dan Flavin, artista americano del secolo scorso, ne è la perfetta incarnazione. La sua arte minimalista non è rappresentata solo da un uso parco e oculato dei tubi al neon, apparecchi per l’illuminazione e dei colori, ma anche nel suo totale rifiuto nell’attribuire un significato conoscitivo alle sue opere. Infatti, l’artista osserva: “È quello che è, nient’altro… tutto viene espresso chiaramente, apertamente, semplicemente. Non vi è alcuna spiritualità opprimente con la quale si è tenuti ad entrare in contatto.”

Continua a leggere

Annunci

MILANO, CITTA’ ROMANTICA: UNA MOSTRA DA FRIEDRICH AD HAYEZ

Dal 16 ottobre Gallerie d’Italia dà la possibilità a chiunque passi per Milano di godersi una parte fondante della sua storia e della sua cultura: una mostra sul Romanticismo.

Continua a leggere

MILANO, UNA CITTA’ BRAND

La competitività territoriale tra le città è oramai un dato di fatto: le più all’avanguardia hanno già iniziato un progetto di “brandizzazione” che possa posizionarle in modo predominante nel mercato nazionale e internazionale. Tra queste troviamo il capoluogo lombardo: Milano.

Continua a leggere

BOOK CITY 2018. Lo Stato Sociale e le loro “Storie di bar e periferia”

Istrionici, scanzonati e sopra le righe: così si sono presentati i “reghis” de Lo Stato Sociale all’incontro Storie di bar e periferia, che si è svolto in Triennale venerdì 16 novembre in occasione della settima edizione di BookCity. Continua a leggere

Dal virtuale al reale: Amazon a due passi dal Duomo

Il retailer più immateriale al mondo ha uno spazio fisico. Sembra quasi un paradosso visto che ormai è riconosciuto come l’e-commerce più forte economicamente a livello internazionale: Amazon ha deciso di “farsi vivo” aprendo a Milano il primo e unico pop-up store italiano in occasione del Black Friday e del Cyber Monday che inaugurano il periodo di shopping natalizio. Dal 16 al 26 novembre il gigante dell’e-commerce ha dimora fissa proprio accanto al Duomo, in via Dante.

Continua a leggere

TRA GENDER, POLITICA E MODA: IL PHOTO VOGUE FESTIVAL TORNA A MILANO CON LA TERZA EDIZIONE

Quasi mai la moda è stata un fenomeno puramente estetico: le sue evoluzioni e rivoluzioni hanno incarnato una determinata visione del mondo, hanno dato voce alle idee più avanguardistiche della nostra società, hanno contribuito a combattere obsoleti stereotipi con cui ci si deve interfacciare ogni giorno, persino nel futuristico 2018.

Continua a leggere

DANAEFESTIVAL. IL GRIDO DELLE ARTI PERFORMATIVE.

Dal 18 ottobre al 4 novembre torna Danaefestival, un’immersione nelle arti performative in varie location a Milano, che quest’anno percorre vent’anni di storia.

Continua a leggere

REAL BODIES A MILANO. LA MOSTRA CON 500 CADAVERI ARRIVA IN CITTA’

Dopo il successo avuto nelle città di Venezia e Firenze, a partire dal 6 Ottobre 2018, Spazio Ventura XV ospita la mostra Real Bodies oltre il corpo umano, un progetto portato avanti dalla società Venice Exhibition srl.

Continua a leggere

ETRO, NATURA MANIFESTA: UNA SFILATA NASCOSTA NELLA GIUNGLA

Etro è una casa di moda italiana fondata nel 1968 e da allora è rimasta un’azienda familiare, gestita dai quattro figli del fondatore. Il 17 Giugno, presso il Palazzo del Ghiaccio di Milano, ho potuto assistere alla sfilata di moda di questo stilista italiano, che è stato capace di stravolgere lo stereotipo delle sfilate di moda. Continua a leggere

O LA TRAMA O LA SALA

Ultimamente avrei voglia di andare al cinema. Alla fine, crea una bella atmosfera e si esce dalla sala sempre con una sensazione di aver appena vissuto qualcosa di unico, come quando si va a teatro. Il problema è che dei titoli uscenti non me ne ispira neanche uno. Mi sarebbe piaciuto scrivere su quante occasioni ottime per spendere 10 euro (+ pop corn) ci siano, ma in tutta sincerità non riesco neanche a mettere insieme 4 titoli. Soprattutto perché d’estate avrei voglia di qualcosa di leggero, che metta lo spettatore in un mood positivo e spensierato, qualcosa di fresco insomma. Soprattutto considerando che una sala cinematografica d’estate è tutto meno che fresca. Quindi il mio atteggiamento in merito si può riassumere in: o la trama o la sala.

Continua a leggere