MILANO, UNA CITTA’ BRAND

La competitività territoriale tra le città è oramai un dato di fatto: le più all’avanguardia hanno già iniziato un progetto di “brandizzazione” che possa posizionarle in modo predominante nel mercato nazionale e internazionale. Tra queste troviamo il capoluogo lombardo: Milano.

Oggi come non mai, grazie all’aumento della mobilità internazionale e lo sviluppo dei mezzi di trasporto che accorciano tempi e distanze, le città hanno bisogno di differenziarsi per attirare l’attenzione dei preponderanti flussi di capitali, merci, persone e investimenti. Questa operazione complessa e stimolante può avvenire tramite due differenti approcci (non escludenti tra loro): la valorizzazione degli elementi tangibili (infrastrutture, trasporto, monumenti ecc…) e/o intangibili (il feeling che la città è capace di instaurare nelle persone). Le città devono quindi trasformarsi in un vero e proprio “prodotto” capace di differenziarsi sul mercato internazionale.

Il Place Branding non si riduce alla sola creazione di un logo (per quanto questo possa essere fondamentale per sintetizzare e veicolare in modo istantaneo l’identità di un brand) ma si riferisce ad un sistema di azioni coordinate di medio-lungo termine che possano restituire un’idea coerente e condivisibile di uno specifico luogo a chi lo vive, lo visita o solo lo immagina. Una definizione non scientifica, davvero calzante anche se riferita ad un brand in generale, viene formulata da Jeff Bezos (fondatore di Amazon): “il tuo brand è ciò che dice di te la gente quando non sei nella stanza”. 
Sono molte le metropoli che hanno intrapreso questa via di non ritorno: tra i numerosissimi casi possiamo citare a titolo di esempio New York, Londra, Amsterdam e Milano, anche se la lista potrebbe essere molto più lunga.

Il Belpaese, Milano, da sempre considerata città all’avanguardia e innovatrice, si fa pioniera di questa nuova concezione di città e ancora una volta la sua voglia di mettersi in gioco, la premia.
Dopo aver acquisito la responsabilità di EXPO 2015, l’Amministrazione Civica del capoluogo Lombardo dà vita, in collaborazione con gli ambiti universitari, culturali e ed economici cittadini, all’“Associazione Brand Milano”. La mission del comitato non vuole solamente raccontare la storia presente, passata e futura della città, ma lavorare sulla percezione di Milano dei cittadini e dei visitatori, e migliorare il suo posizionamento nei ranking internazionali di city image e reputation.

In concreto, sono tre i progetti alla base del suddetto processo di “brandizzazione” della città: l’attrattività, l’educazione e l’impresa e lavoro.
L’attrattività è guidata da azioni volte a promuovere la città a livello nazionale e internazionale. In relazione al secondo punto, si prevede un coinvolgimento del settore educazionale a livello creativo per individuare “l’immagine futura” della città. Da ultimo, ma non per importanza, si ritiene funzionale il coinvolgimento del mondo imprenditoriale nella valorizzazione del territorio e lo sviluppo di progetti settoriali specifici.
Milano, una città ogni giorno in evoluzione, ridisegna continuamente la sua identità e la sua competitività nel mercato nazionale e internazionale.

Lorenza Di Feo

Annunci