INTENTION TO BUY, CUSTOMER JOURNEY E DRIVE TO STORE. DOVECONVIENE, L’APP CHE TI ACCOMPAGNA IN NEGOZIO

 

DoveConviene è un gruppo internazionale che si focalizza su servizi digitali per guidare lo shopping del consumatore in negozio. Operante in Italia, ma anche in USA, Messico, Brasile e Spagna, considera come principali variabili lintenzione d’acquisto e il drive to store, al fine di affermarsi come punto di riferimento dell’info-commerce e come luogo digitale di informazione pubblicitaria.Il Sales Director del gruppo, Marco Durante, è intervenuto allo IAB Seminar 2016 per spiegare come lo shopping si sia trasformato, più o meno radicalmente, con l’avvento del mobile, ormai compagno quotidiano di ogni consumatore. Innanzitutto è bene sottolineare che lo smartphone ha acquisito un ruolo centrale in riferimento allo shopping, in quanto è lo strumento utilizzato dalla maggior parte dei consumatori prima dell’azione fisica d’acquisto per capire, informarsi e confrontare. Il 64% degli attuali acquisti in-store, infatti, è influenzato dal digitale, che è diventato una colonna portante all’interno del processo d’acquisto, ruolo quasi impensabile fino a pochi anni fa.

Ma come è cambiato in questo campo l’approccio degli utenti con l’affermazione sempre più consistente dello smartphone? Di fatto, secondo Marco Durante, nulla è cambiato e i consumatori continuano ad essere esposti ad esperienze offline (campagne, volantini, affissioni) che continuano a funzionare, confermandosi strumenti efficaci per la promozione e dalle quali nascono e si consolidano abitudini mass market. A livello digital però, sono stati introdotti ulteriori strumenti altrettanto efficaci, soprattutto grazie al potere della misurabilità e dunque alla possibilità di poter ricevere degli insight in maniera più semplice ed immediata, beneficio tipico dell’online e del digitale.

DoveConviene, cavalcando un concetto di retro-innovazione, si afferma in Italia come la seconda app di brand italiano per traffico mensile e come prima app del retail di brand italiano. Ma è solo una questione di promozione? I consumatori si recano in negozio solo perché spinti dalle offerte e dalla convenienza dei prezzi oppure c’è altro? Nonostante il suo grande successo, questa è una delle tante domande che il gruppo si è posto e a cui ha cercato di dare una risposta che potesse rivelarsi utile per lo sviluppo di strategie future. Nell’ultimo anno DoveConviene ha effettuato degli studi in collaborazione con Nielsen e ha notato l’esistenza di uno spazio immediatamente antecedente l’acquisto in cui il consumatore è sensibile a diverse tematiche, oltre alle promozioni e alle offerte: tra queste, il lancio di nuovi prodotti, l’education, ovvero la possibilità di conoscere le differenze tra prodotti tramite spiegazioni specifiche, e l’ampliamento di gamma.

Tutto questo ha comportato un aumento dell’intenzione d’acquisto del 24%, dato interessante sul quale DoveConviene ha intenzione di lavorare per realizzare la propria ambizione: triplicare i consumatori nei prossimi tre anni.

Analizzando nuovamente il consumatore con una prospettiva di trend, Marco Durante ha terminato il suo intervento sottolineando le due maggiori tendenze lato consumer:

da una parte il consumatore ha bisogno e vuole ottenere tutte le informazioni possibili relative ai punti vendita che lo circondano, per questo la necessità di un’informazione maggiore è in continua crescita. Dall’altra, invece, il fatto di ricevere un numero più ampio e consistente di informazioni non è perennemente un vantaggio per il consumatore stesso, in quanto implica un’elaborazione più lunga e complessa, non sempre possibile. Il consumatore dunque, si aspetta un messaggio sempre più personalizzato e tale richiesta di personalizzazione non può che essere realizzata attraverso la tecnologia, ma soprattutto tramite mobile, focus principale di DoveConviene.

Ma se informarsi tramite smartphone è un trend in crescita, perché non può essere lo stesso anche per gli acquisti da mobile? Smartphone e tablet sono strumenti ormai radicati nella quotidianità degli utenti italiani, che si sentono sempre più a loro agio nell’utilizzarli, ma nonostante questo sono ancora restii ad effettuare acquisti da dispositivi mobili. DoveConviene ha sfruttato al meglio questa tendenza per andare incontro al consumatore e cercare di indirizzarlo verso il punto vendita più vicino a lui e migliore per la tipologia di prodotto ricercata, creando un perfetto customer journey.

Ma siamo proprio sicuri che il superamento del wallet non sia dietro l’angolo? Il mobile payment potrebbe essere un’importante opportunità di crescita per il commercio elettronico e il quasi completo superamento del tradizionale portafoglio potrebbe realizzarsi in un futuro non poi così tanto prossimo.

Lisa Santillo

 

Annunci