Giosetta Fioroni, viaggio sentimentale

È in corso la mostra Giosetta Fioroni. Viaggio sentimentale al Museo del Novecento, che rimarrà aperta sino al 26 agosto, che racconta l’emozionante carriera della Fioroni e la sua personalità eclettica ,non mancate. 

Dal 6 aprile presso il Museo del Novecento è possibile visitare la mostra dedicata a Giosetta Fioroni che si concluderà il 26 Agosto. La mostra è stata realizzata in collaborazione con la casa editrice Electra ed è stata curata da Flavio Arensi ed Elettra Bottazzi con l’allestimento di Massimo Curzi che ha immaginato di condurre il visitatore dentro lo studio dell’artista. La mostra dal nome Giosetta Fioroni. Viaggio sentimenatale è la prima mostra antologica dedicata all’artista, è composta da 160 opere che riflettono il percorso artistico della Fioroni.Con oltre sessantanni di carriera, la Fioroni è passata per diversi tipi di arte: la pittura, il disegno, la perfromance, la ceramica, i video, la moda e il teatro.

La mostra è realizzata proprio qui a Milano perchè è in questa città che Giosetta Fioroni ideò la sua prima mostraIl percorso espositivo, oltre al piano terra del Palazzo dell’Arengario, si snoda nelle sale che affacciano su piazzetta Reale, allestite in senso cronologico. La mostra è divisa in sale, ogni sala è dedicata ad un periodo della vita dell’artista. La prima sala riguarda la formazione dell’artista (Formazione 1957- 1960). Qui le opere degli anni Cinquanta si uniscono all’esperienza più intima dell’artista durante gli anni vissuti a Parigi. La sua arte in questo periodo sembra essere legata agli oggetti (come il cuore, l’orologio) e alla materializzazione di essi nei suoi quadri. Attraversando le varie sale si può ripercorrere l‘evoluzione artistica della Fioroni sino ad arrivare alla sua ultima fase Trasformazione e rami d’oro che racchiude le opere risalenti al 2014.

La Fioroni è sempre stata incline alla sperimentazione e questa sua personalità eclettica è visibile tutt’ora, all’età di 80 anni si è rimessa in gioco tramite un progetto con il fotografo Marco Delogu. L’artista si è fatta fotografare mentre rappresentava varie personalità dalla Madonna alla prostituta, ha dichiarato che “L’idea di provare a bloccare un’immagine che alludesse ad un’altra identità divertiva tutti e due”, sia lei che Delogu. Giosetta Fioroni è sicuramente un’artista di riferimento nel panorama italiano ed internazionale, è stata l’unica donna ad entrare nella Scuola del Popolo e a continuare a sperimentare sino ai nostri giorni, è sicuramente una personalità affascinante e questa esposizione lo dimostra.

Simona Damanti e Federica Caroli

Annunci