Arte contemporanea: le mostre da non perdere nel 2018

L’anno nuovo è finalmente arrivato e tutti stiamo pensando ai buoni propositi o, più probabilmente, a quali  esami riusciremo a dare in sessione. Per distrarvi un po’ da questi pensieri troppo impegnativi, voglio darvi un Buon inizio 2018 all’insegna dell’arte. Ho intervistato la professoressa del seminario di eventi d’arte, scrittrice e curatrice di mostre Gabi Scardi, sulle mostre d’arte da lei consigliate per il 2018.

Non ho voluto soffermarmi soltanto su Milano, ma ho voluto chiedere spunti e consigli anche per altri luoghi in Italia e nel mondo. Penso che una bella mostra d’arte sia sempre una buona scusa per un weekend fuori porta, o anche una settimana, o un mese…

Milan l’è on gran Milan

Cominciamo da Milano, una città che in quanto ad eventi artistici e mostre d’arte ha sempre molto da offrire. Eccovi la top 3 emersa dalla mia intervista:

  1. Leon Golub alla Fondazione Prada, fino al 15 gennaio 2018. Golub (Chicago, 1922 – New York, 2004) è un artista americano che si vede raramente in Italia e in Europa. La sua arte è sempre stata caratterizzata da un impegno politico, sul quale questa mostra è incentrata: alcune delle tematiche affrontate sono la durezza della guerra, il razzismo, la tortura e la violenza.
  1. Teresa Margolle al PAC, dal 29 marzo 2018 al 20 maggio 2018. La Margolle, artista concettuale ma anche fotografa e performer, ha sempre avuto a cuore le cause sociali, soprattutto riguardanti la violenza e la morte. In questa mostra affronta queste tematiche in relazione alle disuguaglianze sociali ed economiche della società moderna, che lei – essendo messicana – ha conosciuto da vicino.
  1. “Igloos” di Mario Merz all’Hangar Bicocca, dal 25 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019. Merz, importante artista dell’Arte Povera, si spinge oltre la bidimensionalità creando delle installazioni; alcune di queste sono gli igloos, metafora di spazi abitati, realizzati con una struttura metallica e altri materiali vari.

Vorrei fare anche una segnalazione inedita di una mostra curata dalla stessa Gabi Scardi su Jimmie Durham alla Fondazione Pini – che però sul sito della Fondazione non è ancora stata inserita. Oltre che artista, Durham è anche performer, poeta, saggista e attivista: la sua arte esamina la nozione di cittadinanza, la relazione tra arte e attivismo e il ruolo dell’arte e degli artisti nella società; sfrutta il potenziale dell’arte per mettere in discussione sistemi di credenze culturali radicate, cercando di far emergere la visione e i pregiudizi del mondo occidentale che si nascondono nella lingua, negli oggetti, nelle istituzioni,

In America c’è una sua mostra itinerante – Jimmie Durham: at the center of the world – che verrà ospitata all’Hammer Museum di Los Angeles, poi al Whitney Museum of American Art a New York e infine al Remai Modern a Saskatoon (Canada).

L’arte contemporanea in Italia…

Due appuntamenti imperdibili in altre città italiane sono due mostre, entrambe biennali, che sono un punto di riferimento per le novità nel settore artistico contemporaneo.

  1. Biennale di Architettura 2018, dal 26 maggio al 25 novembre 2018 a Venezia. Questa 16° edizione è stata intitolata Freespaces perché vuole focalizzarsi sul concetto di dono: la capacità dell’architettura di donare spazi liberi da utilizzare, di enfatizzare i doni gratuiti della natura come la luce, l’aria, i materiali, le risorse naturali e artificiali… Un’occasione per riflettere su nuovi modi di vedere il mondo e il nostro modo di viverlo e abitarlo.
  1. Manifesta, dal 16 giugno al 4 novembre 2018 a Palermo. Manifesta, la Biennale nomade europea, è un progetto culturale site-specific che vuole proporre un dialogo tra are e società in Europa, e di volta in volta nel territorio in cui si svolge, invitando le comunità culturali e artistiche a dare vita a nuove esperienze creative. Per il 2018 è stata scelta la città di Palermo per la sua vicinanza a tematiche molto forti e sentite a livello europeo: migrazione e condizioni climatiche.

…e nel mondo

Eccovi alcune segnalazioni veloci di mostre da non perdere, nel caso vi capitasse di essere a Parigi o a Londra.

  1. Jeu de Paume – Parigi
    1. Raul Hausmann, dal 6 febbraio al 20 maggio 2018.
    2. Bouchra Khalili, dal 5 giugno al 23 settembre 2018.
    3. Gordon Matta-Clark, dal 5 giugno al 23 settembre 2018.
  2. Tate Modern – Londra 
    1. Joan Jonas, dal 14 marzo al 5 agosto 2018.
    2. Christian Marclay: the clock, dal 14 settembre 2018 al 20 gennaio 2019.
    3. Anni Albers, dal 11 ottobre 2018 al 27 gennaio 2019.

Valeria Sali

Annunci