TREND DIGITALI 2018: ecco quello che ci aspetta

Con l’anno che giunge al termine, non possono mancare all’appello i tanti buoni propositi, i pronostici e i desideri per quello che invece è alle porte. Per gli interessati al mondo digital, un quesito must riguarderà proprio i trend che andranno per la maggiore nel 2018. A quanto pare, la parola “Automazione” dominerà lo scenario. Lo conferma Giuseppe Mayer, amministratore delegato di Testa HUB sostenendo che, a partire dallo sviluppo dell’intelligenza artificiale, tutto ciò che sarà possibile automatizzare verrà automatizzato. Ma non solo.

Un peso ancora maggiore verrà dato all’Internet of Things, estensione della rete agli oggetti e ai luoghi concreti. Cosa se ne ricaverà? Semplice, un legame ancora più saldo tra il mondo reale e quello virtuale. Si tratta di veri e propri oggetti intelligenti che, secondo le prospettive future degli esperti, cambieranno radicalmente il nostro modo di vivere realizzando un notevole risparmio energetico.

L’IoT diventerà parte integrante della struttura aziendale nel 2018. E allora quale sarà la sfida? Quale contributo daranno la robotica e l’intelligenza artificiale alle aziende?

L’obiettivo sarà integrare la gestione dei dispositivi dell’IoT, offrire un’automazione intelligente in grado di produrre maggiore economicità ed efficienza.

Un’altra personalità che si è esposta in merito è stata Vincenzo Cosenza, responsabile della sede romana di BlogMeter, che ha affermato:

Aumenteranno i device che supporteranno la realtà aumentata e le persone ne andranno matte, per questo le aziende devono prepararsi ad avere delle applicazioni che la supportino”.

Infatti, è innegabile che realtà virtuale e realtà aumentata stiano cambiando i modi in cui le persone si approcciano al mondo digitale e reale, due mondi che tra l’altro si stanno amalgamando sempre di più, perdendo i loro confini netti e fin troppo delineati. Nel 2018, applicate all’Internet of Things, realtà virtuale e digitale creeranno un accesso ad esperienze immersive in qualunque contesto.

Un altro invito che il 2018 ci offre è legato al sistema dei contenuti: bisogna coglierli, stare attenti a quelli che il mondo digitale ci propone ogni giorno. Ma l’aspetto interessante è che i clienti sono diventati più consapevoli della potenzialità insita nei loro dati, quindi nel 2018 gli utenti del web andranno alla ricerca di interazioni più sicure e semplici, con la priorità di creare un’armonia con il brand.

Inoltre, le tendenze parlano anche di live streaming e di video marketing, tecniche di comunicazione già integrate da molte aziende. Non mancheranno i video trasmessi in diretta dalle aziende stesse (live streaming), scelta mirata a creare una presenza marcata e costante nella rete, in grado di fornire tutti gli aggiornamenti possibili e voluti dagli interessati che desiderino vedere i contenuti in modalità live. Al timone della nuova frontiera tecnologica, però, c’è proprio lei, la realtà aumentata. Ormai tutte le aziende vogliono immergersi nel fantastico mondo creato da quei video, avendo la possibilità di vedere venduti i prodotti nella realtà di ogni giorno. È scontato dire che l’interazione e il coinvolgimento che si vengono a creare sono davvero notevoli, e nel corso del 2018 i dispositivi abilitati alla tecnologia AR saranno centinaia di milioni. Si tratta quindi di un vero e proprio fenomeno quotidiano che Google promette, proprio entro il 2018, di rendere compatibile su milioni di dispositivi Android.

L’intelligenza artificiale, che secondo la Gartner Inc. sta prendendo il sopravvento su tutte le piattaforme tecnologiche di business, interviene per supportare decisioni, modelli di business e relazioni con il cliente Secondo le stime, circa il 59% delle aziende si sta preparando per sviluppare una personale strategia di intelligenza artificiale, mentre la parte restante già la si può vedere impegnata in numerosi progetti concreti. Quindi, a proposito di intelligenza artificiale, il 2018 rappresenterà l’anno di preparazione, con l’obiettivo di migliorare ulteriormente i processi decisionali e la user experience del cliente. Tra la condivisione degli Insights o i sistemi di apprendimento automatico, l’intelligenza artificiale sarà incentrata sulla semplificazione dell’interazione tra macchine ed esseri umani. Insomma, le cose verranno rese autonome o quasi, e l’IA farà da sfondo a tutti gli altri trend del 2018, prevalendo sul mercato e abilitando nuove possibilità in settori trasversali.

Le novità non sono finite!

Già, perché oltre ad una probabile e crescente domanda dei dispositivi a comando vocale, come Amazon Echo e Google Home, si stima che a partire dal 2018 i digital twins (rappresentazioni di prodotti che ricevono informazioni dal loro gemello reale) avranno una maggiore diffusione in campi come quello della medicina e della sicurezza pubblica.

Il 2018 sarà anche l’anno, più che di sperimentazione, di esplorazione della Blockchain, tecnologia alla base del Bitcoin, che mostrerà tutto il potenziale per ridefinire i modelli di digital business. Verrà poi esplorata anche la capacità di event-driven, ovvero di comprensione e riconoscimento di determinate situazioni in tempo reale, aspetto che entro il 2020 dovrà caratterizzare l’80% delle soluzioni digitali delle aziende.

Infine, a proposito del monitoraggio dei social, Marco Muraglia di Audioweb ha raccontato che con il 2018 cambierà completamente la modalità di rilevamento statistico delle audience.

I dati web saranno anche giornalieri e settimanali, si sposteranno di più sul mobile, attingeranno anche da fonti Big Data – dice – e stiamo dialogando anche con aziende come Facebook e Youtube che a oggi non rilasciano dati certificati da terze parti.”

E proprio aziende come Facebook, Amazon, Apple e Google potrebbero decidere di trasformare in maniera radicale il proprio business giocando d’anticipo su cambiamenti tecnologici per indirizzare il mercato per primi!

A noi CIMERS, intanto, non resta che attendere!

Sara Ucci

Annunci