L’HASHTAG NEL CALCIO: IL CONFRONTO TRA GLI SLOGAN DI JUVENTUS E MILAN

L’hashtag sta acquistando anche nel mondo del calcio un peso sempre maggiore sia sul piano del rapporto col tifoso, che dal punto di vista del marketing. Vediamo come Juventus e Milan hanno deciso di sfruttarli!

Dalla sua introduzione nel mondo dei social media nel 2007, l’hashtag è uno degli strumenti più utilizzati per mettere in primo piano il contenuto tematico dei contenuti. Tuttavia l’utilizzo di queste etichette è velocemente diventato non solo una modalità di raggruppamento tematico, ma anche una vera e propria forma di marketing per il lancio di nuovi prodotti.

Anche nel mondo del calcio, il quale sta cercando sempre più di creare un forte legame coi propri tifosi attraverso i social media, l’uso degli hashtag si è diffuso rapidamente. La prima squadra italiana a comprendere il vantaggio nello sfruttamento degli hashtag è stata la Juventus, che ha lanciato nel 2014 il fortunatissimo #finoallafine, frase ripresa da un coro dei tifosi, che contraddistingue da ormai tre anni tutti i post riguardanti la squadra bianconera, andando a creare così un vero e proprio storytelling mediatico.

Tre anni dopo è invece il Milan a lanciare sui social, all’interno del più grande progetto di rinnovazione della nuova dirigenza, un nuovo hashtag, #hungrierthanever, “più affamati che mai”. Interessante in questo caso è il fatto che il Milan abbia assegnato al giocatore Leonardo Bonucci, simbolo della rifondazione, il lancio del nuovo hashtag. Anche il momento del lancio non è stato lasciato al caso: il nuovo capitano rossonero ha infatti pubblicato sui suoi profili social il video di lancio della nuova campagna alle 19:19:19, in modo da sottolineare il numero di maglia che continuerà a indossare nella nuova squadra. Questa scelta della dirigenza rossonera di affidare il lancio del nuovo hashtag a un singolo giocatore si oppone nettamente alla strategia che fu invece adottata dalla Juventus, che decise invece di lasciare la scelta direttamente ai tifosi, attraverso un sondaggio sulla propria pagina Facebook.

Se l’hashtag del Milan avrà lo stesso effetto di quello della Juventus dipenderà in gran parte dai risultati, ma è certo che il fatto che la dirigenza milanese abbia cercato di prendere spunto dalla squadra che ha dominato negli ultimi sei anni il campionato italiano, abbia già molto ingelosito i tifosi, i quali sperano che la frase “più affamati che mai” non sia solo uno slogan, ma una promessa.

Cecilia Fiora

Annunci