IL CASO MONTALBANO: un successo senza precedenti

CIMERS chi non ha mai visto “Il commissario Montalbano“? Come probabilmente saprete nelle scorse settimane sono state trasmesse due nuove puntate della fiction televisiva di Rai Uno, in onda ormai dal lontano 1999 e ispirata agli omonimi romanzi di Andrea Camilleri

I risultati raggiunti sono stati straordinari; la puntata dello scorso 6 marzo, dal titolo “Come voleva la prassi”, è stata la più seguita in assoluto con il 44,1% di share, ovvero più di 11 milioni di spettatori sintonizzati: per le fiction questo dato risulta essere il migliore negli ultimi 15 anni.

In 18 anni di produzione la serie ha raggiunto il miliardo di spettatori complessivi e negli ultimi anni ha rafforzato anche la propria presenza sui social network entrando nella top ten delle serie più commentate in Italia. Inoltre l’enorme successo del commissario Montalbano ha spinto nel 2012 alla realizzazione di un prequel, dal titolo Il giovane Montalbano, che a sua volta ha ottenuto una grande popolarità.

Questi dati suggeriscono alcune riflessioni interessanti e apparentemente contrastanti rispetto alle tendenze che negli ultimi anni ha manifestato il sistema televisivo italiano e internazionale. La televisione, in particolare quella generalista, sta subendo da anni un crollo dell’audience a favore di altri media e di altre pratiche di fruizione, come per esempio le piattaforme di streaming attraverso internet o i servizi on-demand che permettono all’utente di essere più attivo e di soddisfare a pieno le proprie esigenze.

Chi di noi infatti non preferisce passare le proprie serate guardando la propria serie preferita in streaming sul computer piuttosto che accendere la TV e adeguarsi alla programmazione dei canali generalisti?

Per questo è possibile parlare di un caso Montalbano: per quale motivo infatti, nonostante i processi di frammentazione dell’audience e di fruizione tramite altri mezzi, la serie continua a incrementare i suoi fan?

Probabilmente la risposta sta nell’alta qualità del prodotto dal punto di vista narrativo, soprattutto nella recitazione. In particolare l’uso del dialetto siciliano è una caratteristica particolarmente apprezzata dai fan, che in questi anni hanno imparato a conoscerlo grazie alle espressioni divertenti e spesso colorite dei personaggi.

Inoltre un ruolo importante è svolto anche dalla location, ovvero la Sicilia più profonda, raccontata certamente nei suoi difetti e nelle sue contraddizioni ma anche nella sua bellezza indiscutibile: splendidi palazzi, chiese barocche e paesaggi mozzafiato sono infatti un elemento costante in ogni episodio. Ciò ha fatto sì che la serie, molto apprezzata anche all’estero, sia diventata negli anni una vetrina mondiale per la Sicilia dal punto di vista artistico, paesaggistico e culinario. Oggi costituisce un traino importante per il turismo nell’isola a tal punto da poter parlare di un effetto Montalbano.

Insomma ci sono tutti gli elementi per descrivere questa serie come uno dei più grandi successi della fiction italiana di sempre! Il fenomeno non si è limitato soltanto al piccolo schermo: infatti sono stati aperti dei profili Facebook, Twitter e Instagram dove è possibile ripercorrere i punti salienti della puntata o scoprire alcune curiosità dietro le quinte di ogni puntata. Soltanto il tempo dirà se questo successo è destinato a continuare: nel frattempo, tra un cinguettio e un post, non ci resta che goderci le prossime puntate!

 

Annunci