ON AIR. Oltreuomo e digital radio a confronto. La formazione di una strategia

SIA come sottofondo musicale, microfoni accesi, autori e redattori dietro le quinte e fonici pronti a premere play : siamo on air. Sabato 19 novembre, il secondo incontro del team ON AIR, in aula Matteo Di Palma, speaker radiofonico, e un nuovo special guest, Andrea Passador, founder del celebre blog Oltreuomo, ad oggi uno degli esempi di maggior successo sul web con i suoi 300 mila follower.

Fiumi di parole, canzoni che vanno, programmi radio e una giuria selezionata dal futuro settore marketing per valutare la strategia da attuare. Autori, redattori, speaker e settore marketing promozionale pronti ad un nuovo sabato targato Web Radio universitaria. Parliamo di un progetto già noto a tanti: la nascita di un canale radiofonico online all’interno dell’Università Cattolica, che ha portato molti Cimers a scegliere un sabato mattina alternativo. Nella prima parte della lezione di sabato si è dato importanza all’acquisizione di competenze. Da qui, una discussione intorno al mondo della social media activity, del podcasting e dei web contents. In un ambiente come quello di una web radio, di grande importanza sarà lo spazio dedicato ai social.

La domanda che emersa è stata: come comunicare in modo efficace sui social quando si è in radio? Matteo Di Palma ha concentrato l’attenzione sulla ricerca di un equilibrio fra la coerenza, tempestività, engagementsoddisfazione. Il radioascoltatore di un canale online deve poter sentirsi partecipe della realtà che ha scelto per trascorrere parte della sua quotidianità e riconoscersi in un target radio. Si parla di creazione di engagement e quindi stimolazione della partecipazione con sondaggi, messaggistica istantanea, giochi, una sigla, un determinato incontro di idee o dialoghi tra speaker e utente. L’obiettivo è fidelizzare l’ascoltatore.

15146862_10211209357698130_1915674256_o

I ragazzi in una prova di talk

E sul lato tecnico, cosa serve per andare in onda? Non dovrà mancare il server ovvero una piattaforma che ospiterà lo streaming del canale radio e una buona regia di automazione. Essa permette il mantenimento di fluidità all’interno del programma ed evita gap negativi dovuti a blocchi di suono o altre problematiche. La praticità di una web radio risiede proprio nella possibilità di fruizione tramite streaming o un app . In questa peculiarità si ravvisa uno degli elementi di gran successo che la differenzia da una classica radio Fm dalla quale prende certamente ispirazione ma, insieme, se ne allontana. Mixer, cuffie e microfono e si è pronti. Ogni buon spettacolo richieda un ottimo direttore d’orchestra, qualcuno che sappia creare un giusto mix di suoni senza che questi si sovrappongano, ci riferiamo al fonico. Figura equilibrante che come un collante mette insieme i tempi dello speaker, i suoni e la musica per l’organicità del programma.

web-radio

In classe con Matteo Di Palma e Andrea Passador (da dx)

Mattone dopo mattone, fiduciosi e pieni di voglia di imparare, un gruppo di ragazzi ha deciso di investire su questa straordinaria iniziativa che fornirà loro la possibilità di crescere e prendere parte ad un team radio di ampio respiro, con la figura di Matteo Di Palma e la partecipazione di specialisti del settore, che tra una lezione e l’altra, aprono lo scrigno delle loro conoscenze ai futuri protagonisti della digital radio. Sabato scorso, senza il suo mitico baffo, ma con tutta le sue competenza e professionalità, Andrea Passador di Oltreuomo è venuto a far visita alla classe. Giovane talentuoso, com’è ben chiaro a tutti gli amanti del genere, Andrea a soli ventotto anni ha ideato un blog con il quale con tono ironico e satirico investe la quotidianità di migliaia di fruitori. Seduto vicino ai cimers, ha ascoltato i gruppi di lavoro, che si sono prestati ad alcune prove di talk, ideando programmi, testi.

14713570_1096683017118221_76382410231536673_n

Andrea Passador

Andrea ha saputo con un tono  semplice e diretto indirizzare i ragazzi verso le giuste manovre di promozione portando come esempio la sua personale esperienza.
Genialità è il concetto chiave per il lancio di un prodotto mediale nell’ottica di Passador.

15152974_10211209359618178_2080582196_o
Cosa significa essere geniali?  Essere pronti a scegliere un nuovo e non ancora esplorato modello di approccio al pubblico. Indagare, non lasciare mai nulla al caso, leggere e dedicare spazio e tempo alla scoperta di serie tv, di nuove mode e target. L’originalità è l’unica possibilità per emergere in un mondo colmo di idee.  I ragazzi, tra cui i molti cimers, insieme all’Oltreuomo in carne ed ossa hanno cercato la giusta via per il futuro della radio. In cima ai key points elencati dal blogger anche il concetto di cooperazione che deve crearsi all’interno del sistema organizzativo: marketing e redazione devono camminare a passo simile per raggiungere lo stesso obiettivo. Non si compete come singolo, ma si cerca di produrre sinergie.

CIMO mostra ancora le sue qualità e di nuovo si presenta come trampolino di lancio dei migliori talenti con una strategia efficace: quella di investire sui suoi giovani protagonisti. Milano in attesa allora della creazione di uno space tutto nuovo. Restiamo connessi e pronti a sentire ON-AIR i nostri ragazzi.

CIMOreporter – Francesca Galeone

Annunci