INTERVISTA A CLAUDIO GABBIANI. Oscar 2016 in Musica

 

La difficoltà di scrivere un articolo sulle colonne sonore è inversamente proporzionale alla semplicità e bellezza irrinunciabile della musica: per dirla con le parole di Nietzsche, dato che ho sempre pensato ad ascoltare e godere di musica, prima ancora che a scriverne, “senza musica, la vita sarebbe un errore”.

Quanti di noi non saprebbero descrivere meglio se stessi se non con una canzone? Quanti dei nostri ricordi sono legati ad un suono? e ancora, quanti film leggendari e amatissimi non sarebbero stati tali senza una grandiosa colonna sonora? Queste e altre sono le domande che  ci accompagnano in questa ultima settimana pre-Oscar, soprattutto perchè a rappresentare l’Italia e la sua musica c’è ancora Lui, il Maestro Ennio Morricone, con le sue musiche che sono una certezza per il nostro passato e una sorpresa incredibile, sempre nuova, per il futuro. Ne abbiamo parlato in questa mini-intervista con  Claudio Gabbiani, docente del seminario di Soundtrack e musica per l’audiovisivo, nonchè musicista e compositore a sua volta. Ovviamente, non potevamo lasciarci sfuggire un suo pronostico.

 D. Qual è il segreto per una buona colonna sonora?

 Credo che non ci sia alcun segreto nel creare una buona colonna sonora. Occorre entrare in sintonia con il regista e riuscire a capire esattamente il ruolo e l’importanza che egli attribuisce alla musica. Parlare e discutere molto, facendo ascoltare idee musicali sulle quali ritornare a discutere per modificare in meglio o addirittura cambiarle totalmente perché nel frattempo le riprese o il montaggio hanno subito delle variazioni.Ovvio che la sensibilità, la tecnica musicale e la creatività del compositore incidono moltissimo nelle idee musicale da proporre; insomma il talento è fondamentale.Creare un’equipe di lavoro fatta sempre dalle stesse persone aiuta moltissimo ad arrivare presto e bene alla meta; si tratta di fiducia nelle proprie e nelle altrui capacità.

D. Nasce prima il film o la musica?

 Non esiste una regola precisa; dipende dal regista e dal musicista. Di solito si lavora sulla sceneggiatura, quindi su carta e il regista ascolta la musica proposta; succede in alcuni casi di lavorare su dei premontati che danno un’idea del montaggio (durata della scena, emotività proposta, ambiente ecc.). Rarissimamente si crea la musica su un film terminato, non avrebbe senso perché tutti gli elementi cinematografici sono un work in progress.

D.Com’è possibile riuscire a costruire una colonna sonora coerente con le richieste di un regista e con le riprese?

Come dicevo prima, con incontri, riunioni , dialoghi, arrabbiature, teste dure e fiducia nelle capacità dei professionisti in gioco. Se poi il regista ed il musicista son anche amici, la strada è in discesa

D.Quanto conta una buona colonna sonora rispetto alla semantica del film?

 Dal mio punto di vista conta tantissimo perché se usata bene con criterio ed intelligenza, diventa un elemento fondamentale della narrazione stessa. Così scrive Ennio Morricone nel suo libro “Comporre per il cinema” su cosa sia la musica da cinema:

“…la mia risposta si può riassumere in una formula: EST

E    Energia come tensione, come livello nella trasmissione dei suoni

S     Spazio come spazialità dei suoni, che devono raggiungere e avvolgere lo spettatore senza equivoci e interferenze con altre componenti della colonna sonora

T     Temporalità come durata, come permanenza dell’evento musicale

D.Quali sono le colonne sonore più indimenticabili della storia del cinema?

Non me la sento di rispondere a questa domanda perché è troppo personale, penso sia impossibile generalizzare qualcosa che alla fine è estremamente emotivo. Pensi a titoli di film che hanno lasciato il segno e vedrà che sempre hanno una musica straordinaria

D.Potrebbe lasciarci con un pronostico per la notte degli Oscar?

 Io tifo per Morricone  e “The Hateful Eigth”, ma ho trovato bellissima la colonna sonora di “Sicario” fatta da Johann Johannsson. Alla fine, però, è difficile entrare nella testa dei componenti dell’Accademia; ogni anno ci sono sorprese!!

22341167653_0a4c8c8e05_o

Insomma, non ci resta che aspettare la notte di domenica e continuare ad ascoltare!

#SPECIALEOSCAR2016

Annunci