LO SHARE STELLARE DI SANREMO 2016: INTERVISTA A LUCA MONTI

La 66esima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo è stata un vero successo, parlano chiaro i dati di ascolto. Uno share del 50% non si verificava dal 2005 e, inoltre, il 60% di spettatori che ha seguito il Festival appartiene alla fascia 15-24 anni. Ma qual è stato l’ingrediente segreto di questo Sanremo 2016? Ne (ri)parliamo assieme al Professor Luca Monti, che ha vissuto queste serate di musica e spettacolo presso la sala stampa dell’Ariston con la rivista REVOLART.IT.

Buongiorno Professore, come promesso siamo tornati a chiederle un parere rispetto a questa 66esima edizione del Festival di Sanremo. Secondo lei, per quale motivo quest’anno lo share si è impennato così vertiginosamente? Potrebbe aver influito l’integrazione dei social e il conseguente coinvolgimento di un pubblico “giovane”?

La metà dei televisori accesi in Italia trasmetteva il festival, una tenuta di cinque serate tra le 20.30 e la 1.00, dati da record, forse solo Baudo nell’edizione del 1987 aveva ottenuto ascolti (70% di share) così significativi, altri tempi comunque, senza la tecnologia di oggi, la multipiattaforma digitale. Secondo me è proprio questa la chiave, la moltiplicazione e il riverbero del festival sui dispositivi, sui social network. È internet con le piattaforme digitali a far esplodere mediaticamente Sanremo. Noi stessi come delegazione che grazie alla rivista REVOLART.IT eravamo accreditati e abbiamo vissuto dalla Sala Stampa Lucio Dalla, dedicata alla radio e web, allestita appositamente con lungimiranza dalla Rai, abbiamo toccato visto e conosciuto colleghi di blog, riviste on line, magazine , radio locali. Il computer, lo smartphone, la tecnologia permettono a tutti di realizzare siti, video, interviste con una spesa minima. Resta sempre un problema di reputazione: ovvio che il sito di Repubblica e del Corriere sono affidabili ma se ci pensate ognuno di noi si informa ormai molto su Facebook, Twitter, Instagram. Chi ne parla, chiunque e comunque nel bene e nel male non fa altro che alimentare comunque il festival, ne riverbera la comunicazione e ne moltiplica l’interesse.

Prof.Luca monti.JPG

I vincitori di quest’anno sono gli Stadio, qual è stato il punto di forza che li ha portati a conquistare la prima posizione? Il secondo e terzo posto sono stati occupati rispettivamente da Francesca Michielin e dal duetto Caccamo-Iurato. Condivide questa classifica, oppure pensa siano state lasciate indietro canzoni più meritevoli?

Gli Stadio sono dei veri Campioni, hanno un brano intenso, anche interessante nel tema, non è facile parlare di paternità, Curreri ad un passo dalla proclamazione ha preso tra le mani il viso fresco della Michielin e le ha detto:-  Potresti essere tu la protagonista della nostra canzone-. Unico neo un italiano nel testo non proprio impeccabile, ma a noi giornalisti ha convinto la loro forza, il loro ritmo, la cover di Dalla “La Sera dei Miracoli”, portata al festival giovedi, e poi una passione, un lavoro, una storia, paradossalmente loro come la Pravo e Ruggeri potevano stare tra gli ospiti con Pausini, Elisa, Eros e Renato Zero. Fortissima la Michielin, fresca, con un testo interessante sul tema delle emozioni che arrivano improvvisamente a movimentare la vita e a renderci umani e fragili, lo abbiamo percepito fin dalla prima esecuzione, è un brano a suo modo classico, lei non è troppo legata al mondo del talent da cui vengono dei giovani che poi in conferenza stampa si rivelano un po’ fragili, improvvisati,  senza molto spessore. Caccamo ha rischiato a portarsi la Iurato, ma credo abbia avuto ragione, lui è in cerca di una cifra che in parte ha trovato, uno chansonnier vecchia maniera, seduttore, alto elegantissimo, di grande garbo. Non dimentichiamoci che ha dietro la Caselli con edizioni Sugar e il brano è di Sangiorgi, arrangiato da un maestro del pop Mario Lavezzi.

conferenza
Sono piaciute moltissimo anche le canzoni delle Proposte Giovani. Il vincitore Francesco Gabbani è passato per così dire “dalle stalle alle stelle”, in seguito agli errori tecnici di televoto verificatisi. Che ne pensa del suo talento? Il suo ripescaggio è stato corretto?

Il ripescaggio è frutto di un reale errore tecnico, si era percepito subito che Gabbani era forte, fortissimo, il brano racconta di come spesso noi italiani siamo sbrigativi e superficiali, lo fa con una certa profondità ma ti fa scatenare in un ritmo dance, dispiace per la povera Miele, ma era giusto ripetere il voto.

gabbani sala stampa

Quest’anno a far da protagonista non è stata soltanto la musica, ma anche una conduzione brillante e gli ospiti coinvolti (da Ezio Bosso a Roberto Bolle, per citarne qualcuno). Carlo Conti, energico e dinamico, è stato affiancato da Gabriel Garko, dalla super modella Madalina Ghenea e dalla comica Virginia Raffaele. Possiamo dire che sia un quartetto ben amalgamato? La Raffaele è stata definita come “vincitrice morale” del Festival, è d’accordo con questa affermazione? Di tutti gli ospiti italiani e internazionali che sono saliti sul palco dell’Ariston, qual è stato probabilmente il più significativo?

Io non ho dubbi Renato Zero è stato il più emozionante fra gli ospiti, era commosso e lui per primo carico di una grande profondità, c’era. Questo si sente. Ottimi tutti, la Pausini sconvolge per una irruenza e un’aggressività che ti conquistano. La Raffaele è stata molto molto brava, qualche curiosità: devo notare che sarebbe stato più corretto citare per la Fracci la sua “Giselle” piuttosto che “Il lago dei cigni”, la Fracci iniziò proprio per una sostituzione di Cenerentola nel 1955, è vero che la danza è sofferenza o che vai a avanti a scapito di altri artisti, lei sostituì Violette Verdy e divenne poi famosa, la Verdy è venuta a mancare proprio qualche giorno fa. I gesti della Raffaele erano perfetti, anche delle altre imitazioni. Per Garko: secondo me lo ha fatto apposta a fare un po’ la parte dell’imbranato, per risultare più fragile.

Da ultimo, ci dica come descriverebbe in tre parole questo Sanremo 2016.

La Festa Nazionale Italiana (sono 4 con l’articolo).

ariston luca monti1

Annunci