UNA GIORNATA CON TATTI SANGUINETI PER RICORDARE L’ATTORE UGO TOGNAZZI

Martedì 1 Dicembre si è svolto a Cremona, presso il Museo del Violino, il seminario intitolato “Alle origini del mostro: Ugo Tognazzi tra archivio e censura (1961-1964)” che ha visto protagonisti gli studenti CIMO a confronto con l’esperto e critico Tatti Sanguineti.

UGO-proibito

Francesca Causo, Riccardo Dell’Oro, Veronica Del Zotto, Gabriele Lingiardi e Leonardo Margaglio, coordinati dalla Professoressa Elena Mosconi (Docente di Forme e generi del cinema e dell’audiovisivo) hanno esposto i lavori di una ricerca sui film di Tognazzi svolta durante i mesi precedenti  tra i più importanti archivi italiani e ne hanno discusso i risultati con l’autore della rubrica “Storie di cinema” in onda su IRIS.

Come lo stesso Sanguineti ha affermato, il dibattito si è configurato come un “nuovo format”. Cinque film sono stati presi in esame (Il Federale, La voglia matta, I Mostri, Il magnifico Cornuto e La donna scimmia) e in un botta e risposta serrato sono stati rievocate vicende nascoste ed episodi inediti riguardanti la produzione di queste pellicole.

La redazione ringrazia Leonardo Margaglio per il reportage!

 

 

 

Il dibattito è continuato poi in serata quando al cinema Filo di Cremona, in omaggio all’ “Ugo Proibito”, sono stati proiettati alcuni tagli di censura dei film con Tognazzi, provenienti dall’archivio “Italia Taglia” di cui è curatore lo stesso Sanguineti.

Il mito della commedia all’italiana è tornato a splendere per un giorno grazie alla collaborazione di ricercatori universitari e cinefili appassionati, tutti accomunati dalla curiosità e dal riconoscimento per un attore che ci ha regalato personaggi indimenticabili.

Annunci