VANITYFAIR INTRODUCE VANITYFAIRNEXT: SEMPRE PIU’ VICINI ALLA GEN Z

Su Instagram è arrivato Vanity Fair Next, il nuovo canale digitale di Vanity Fair dedicato alla Generazione Z. Si tratta di un nuovo progetto che si integra nell’ottica di trasformazione digitale di Condé Nast International data dal necessario passaggio di una comunicazione editoriale che diventa sempre più digitale.

Vanity Fair Next è nata in realtà dall’evoluzione di Experience Is, una pagina Instagram seguita da molti giovani che nel corso degli anni si è posizionata come uno dei migliori modelli editoriali online tanto da essere spesso imitato e replicato da altre pagine Instagram con temi analoghi. L’editore in un comunicato ha infatti spiegato che: “Il tone of voice, i format, le strategie che hanno permesso a Experience Is di guadagnarsi autorevolezza e un engagement eccezionale non solo verranno rispettati ma addirittura implementati”.

La pagina Instagram presenta un nuovo logo: in primo piano si vedono le iniziali di VanityFair, VF, e sotto, in un riquadro rettangolare si legge “Next”; le lettere bianche risaltano su uno sfondo rosso, lo stesso che viene utilizzato dal brand, nell’ottica di dare una continuità e segnalare la stretta vicinanza con VanityFair. Il profilo si compone di post, guide, reel e video che declinano i diversi temi sempre rivolgendo lo sguardo verso una comunicazione real time.

VanityFair Next ha creato un piano editoriale il cui focus è sui giovani. Sulla pagina vengono spesso presentate scene tratte da film e serie tv ben note ai più della Generazione Z, come per esempio Euphoria o Sex Education, ma non solo: sono tantissimi i rimandi a film che attraverso le loro narrazioni sono riuscite ad entrare nell’immaginario collettivo, come per esempio Toy Story.

Serie tv e molto di più: citazioni motivazionali, astrologia, skin care e aggiornamenti sulle vite delle celebrities. Ma la vera forza della pagina risiede nella copertura di eventi mondiali in tempo reale: dal Met Gala all’Eurovision, VanityFair Next commenta, riporta e mette l’accento sui momenti più importanti delle serate in tempo reale. Guardando la sezione guide si scoprono contenuti interessanti; la collana di guide più seguita è sicuramente “48h” che permette all’utente di avere una raccolta di posti da visitare in differenti parti dell’Italia: 48h nel Conero, a Napoli o alle Cinque Terre? Le guide sono tutte, ovviamente, IG Friendly. I reel che vengono pubblicati seguono il flusso del piano editoriale ma al tempo stesso arricchiscono la narrazione con contenuti dinamici che riprendono il formato che ha spopolato con Tik Tok.

Sarà questo l’inizio di una nuova era digitale per l’editoria?

Veronica Minardi