IL FACEBOOK CHE NON TI ASPETTI

Dallo scambio di emoji, alla condivisione di denaro, con Facebook Pay oggi si può.

Il 14 novembre 2019 è stato lanciato Facebook Pay, il primo servizio finanziario di Facebook, che consente a tutti i suoi utenti di pagare con il proprio smartphone attraverso il social network. Il servizio prende forma dopo un’attenta analisi degli utenti della piattaforma, dove tra i trend in crescita si evidenzia un uso sempre più costante di acquisti e donazioni online effettuate sulla piattaforma stessa.  

Facebook Pay nasce come progetto libero da quello già annunciato della “criptovaluta Libra”, e si presenta come mezzo istantaneo ed efficace per effettuare pagamenti su piattaforme che gli utenti abitualmente utilizzano, senza che essi vengano reindirizzati a pagine web esterne ai social. L’obiettivo del servizio si identifica quindi nel semplificare operazioni di pagamento che avvengono già all’interno della piattaforma. Attualmente utilizzabile solo per Facebook, il servizio sarà prossimamente esteso per WhatsApp, Messenger e Instagram, sottolineando ancora una volta l’intenzionalità dello stesso imprenditore verso un obiettivo di convergenza delle piattaforme di suo dominio che prende sempre più forma. Gli stessi social menzionati portano con sé il segno di tale volontà già dal momento della loro apertura, in cui potremo notare la scritta “Instagram from Facebook” o qualsiasi altra piattaforma in questione.

Il servizio è ancora esclusivamente disponibile in America, ma arriverà ben presto anche in altri paesi tra cui l’Italia, in cui la data di uscita è ancora in definizione. Per poterne usufruire sarà necessario impostare il servizio all’interno dell’app stessa e si dovrà successivamente aggiungere nel wallet un sistema di pagamento. Il servizio riconosce pagamenti effettuati con Paypal e con i maggiori circuiti di carte di credito, dando la possibilità di registrare la modalità di pagamento preferita ed evitare all’utente il continuo reinserimento dei dati. 

La sicurezza diviene così un aspetto di grande rilevanza su cui l’azienda ha deciso di investire per offrire ai propri utenti la miglior esperienza e prestazione. Facebook Pay è stato progettato per archiviare e crittografare i numeri di carta e conto bancario dell’utente in totale sicurezza, monitorare e notificare attività dell’account non richieste. L’ulteriore possibilità di inserimento di codici PIN o dati biometrici del proprio dispositivo non possono far altro che rassicurarci sul suo utilizzo.

Giovanna Nitti