GAME OF THRONES: LA PETIZIONE PER GIRARE DA CAPO L’OTTAVA STAGIONE

Come tutti ormai sanno, il 2019 è l’anno dell’uscita dell’ultima stagione di Game of Thrones, la serie targata HBO ha chiuso i battenti in questi giorni con la puntata conclusiva dal titolo “The Iron Throne”. Tratta dalla serie di romanzi “A Song of Ice and Fire” di George R.R. Martin, è andata in onda per la prima volta nel 2011 e può essere definita come una delle serie tv più famose della storia, se non la più famosa. 

Viene difficile pensare a un’altra serie nella storia della televisione che abbia così tanto diviso l’opinione pubblica: se in molti hanno accettato di buon grado le scelte narrative degli autori, emozionandosi e godendosi la conclusione di una storia durata ben 8 anni, tanti – forse troppi – non sono rimasti soddisfatti dalla stagione. Dalla puntata 8×3 “The Long Night”, le recensioni sul web hanno segnato un drastico calo del gradimento e le critiche si sono inasprite ben più di quanto sarebbe normale aspettarsi per un qualunque altro prodotto. 

La delusione da parte di buona parte degli spettatori ha delle chiare motivazioni: ritengono che abbia peccato di mancanza di coerenza nell’evoluzione dei personaggi; che ci sia stata una chiusura decisamente frettolosa di alcune storylines, lasciando un senso di insoddisfazione non solo ai fan più accaniti, ma anche a coloro che semplicemente avevano trovato in Game of thrones un magistrale lavoro di scrittura e di caratterizzazione dei personaggi nelle precedenti stagioni.

È così che, qualche giorno fa, un utente ha deciso di lanciare sul sito Change.org una petizione diretta a HBO con la richiesta di girare di nuovo l’ottava stagione, “stavolta con sceneggiatori competenti”. La petizione recita così:
“David Benjoff e D.B.Weiss si sono dimostrati degli sceneggiatori completamente incompetenti ora che non hanno alcun materiale (i libri) su cui basarsi. Questa serie tv merita una stagione finale che abbia un senso”

In seguito, lo stesso utente ha voluto precisare che l’intento della petizione non era quello di essere presa sul serio, ma piuttosto quello di lanciare una provocazione a HBO, con il monito che possa prestare più attenzione alla sceneggiatura dei prodotti e alla sensibilità dei fan. Eppure, attualmente, la petizione ha raggiunto più di un milione di firme.

Aldilà delle scarse probabilità che HBO possa effettivamente decidere di investire sulla produzione di un nuovo finale per Game of Thrones, la petizione porta all’apertura di un quesito: è giusto dare tanto peso all’opinione dello spettatore? Quanto è legittimo seguire i desideri di chi, per tanti anni, ha supportato e reso il prodotto un fenomeno mondiale invece di affidarsi nelle mani di artisti e autori professionisti, seppure capaci di umani errori?

Giulia Balconi