IL CASO TAFFO, UNA STRATEGIA EFFICACE?

Scherzare sulla morte nei social funziona davvero? Per la TAFFO Funeral Services sembra proprio di sì: da anni ormai domina i social con una comunicazione al limite della sensibilità. La domanda che però ci facciamo è: questa comunicazione così forte e ironica può veramente funzionare senza alterare gli animi delle persone? Vediamo insieme la sua strategia.

L’ascesa della TAFFO Funeral Services, un’agenzia di onoranze funebri di Roma, inizia nel 2011, quando decide di utilizzare una modalità di comunicazione inusuale per il suo settore. Inizialmente lavora sulla cartellonistica, poi successivamente nel 2016 sposta la comunicazione dall’off-line all’on-line creando campagne basate sull’instant marketing. Da questo momento TAFFO inizia a comunicare in modo molto ironico, quasi cinico, sul tema della morte, cercando di strappare un sorriso ai fruitori. Si potrebbe pensare che anche un’agenzia di pompe funebri abbia l’esigenza di comunicare sé stessa e il proprio prodotto in modo tradizionale al pari delle altre agenzie. Tuttavia, questa sua forte esposizione sui social ha portato Taffo ad essere conosciuta più per il suo modo di comunicare che per i suoi prodotti: molti commenti degli utenti, infatti, riguardano soprattutto le foto e le frasi accattivanti dei loro post.

Riccardo Pirrone, il responsabile della strategia Social di TAFFO, in un’intervista ha dichiarato che per un’impresa locale come TAFFO la sua è una strategia di successo in cui i risultati sono calcolati sull’engagement che la pagina sviluppa e sulle visualizzazioni di ogni singolo post. L’obiettivo è aumentare la brand awarness: vengono infatti effettuate anche campagne di tipo sociale e trattati argomenti di attualità.

Viene dichiarato che questo tipo di comunicazione così spinta sui social abbia l’obiettivo di non pensare alla morte come un tabù e cercare di averne sempre meno paura. D’altro canto è anche lecito domandarsi se in un momento tragico ci si affiderebbe ad una agenzia apparentemente “leggera” su questo argomento.

Molti dicono che sono bravi a comunicare, ma nel lungo periodo sarà un vantaggio o uno svantaggio per la loro attività?

Contestualmente, però, Taffo ha aperto anche un Blog che non ha lo stesso tipo di comunicazione, ma è molto più formale ed inerente al tema. Potrebbe essere un tentativo di rimediare e tutelare i suoi prodotti? In realtà questo Blog, molto tradizionale per i servizi di pompe funebri, sta diventando un punto di riferimento per le persone che si vogliono informare.

Questa strategia sicuramente paga molto in termini di visibilità, ma raggiunge gli stessi risultati in termini economici? La vendita dei suoi prodotti quanto ne ha beneficiato? Sono domande che tutti si continuano a porre, ma una risposta concreta ancora non c’è. Sicuramente il brand Taffo è ormai molto conosciuto in un settore di non facile commercializzazione.

Maria Teresa Maroli

Annunci