MANCHI TU NELL’ARIA: UN PROGETTO PER SALVARE IL CINEMA GLORIA

Il cinema Gloria è una storica sala cinematografica della città di Como. È sempre stato caratterizzato da una programmazione di qualità, arricchito da cineforum e iniziative di varie associazioni. Tuttavia ora rischia la chiusura.

Nel 2007 era stato riaperto – dopo la chiusura avvenuta nel 2005 – grazie al neocostituito circolo Arci Xanadù, un gruppo di appassionati che vedevano in questo cinema l’opportunità di rilanciare un progetto culturale in controtendenza al multisala, differenziandosi anche nella proposta di film: eventi di grande impatto culturale a cui hanno partecipato esponenti come Dario Fo’. Ribattezzato Spazio Gloria, questo luogo polifunzionale ospita cinema di qualità che si intreccia a musica dal vivo, dibattiti, reading e incontri: un vero e proprio centro di aggregazione culturale, molto importante per la comunità comasca.

FOTO 1.png(Foto di Antonio Nassa)

Dopo aver superato tante sfide, ora deve affrontare quella più grande: il proprietario dell’edificio non rinnoverà il contratto di affitto, per poter costruire una palazzina. Ecco che entra in gioco un’idea dell’Arci, ovvero comprare l’edificio, chiamando in causa la collettività: il costo è di 750mila euro, spesa ricopribile accendendo un mutuo ventennale, accedendo a un fondo di prestito sociale (prestito concesso da alcuni soggetti, che verrà restituito a rate e senza interessi) e puntando sulle donazioni più o meno consistenti (stimate intorno ai 350mila euro) di chi senta il bisogno di contribuire a questo progetto, chiamato “Manchi tu nell’aria. Il termine per la raccolta delle donazioni è stabilito per il 31 maggio 2020, data in cui scadrà l’attuale contratto d’affitto, non più rinnovabile. Il progetto, però, prevede altre scadenze: il primo step sarà quello di raccogliere 100mila euro entro il prossimo 10 giugno, giorno in cui si firmerà un compromesso con la proprietà. La raccolta delle donazioni è iniziata venerdì 1 marzo. Sulla piattaforma crowdfunding dedicata, “Manchi TU nell’aria – Salviamo il cinema Gloria!”, è possibile fare una propria offerta.

FOTO 2.png(Foto di Antonio Nassa)

A fare da testimonial ci sono tanti personaggi che aderiscono all’idea di cultura proposta da Spazio Gloria: da Zerocalcare, autore del manifesto e del nome del progetto, a diversi registi, tra cui Marco Bellocchio e Mario Martone, oltre a Davide Toffolo dei “Tre allegri ragazzi Morti” e il gruppo 7grani.

Tutti, da artisti ad appassionati, sono chiamati a rispondere all’appello dell’Arci per salvaguardare non un semplice edificio, ma un centro di incontro, di scambio, di conoscenze, luogo di produzione e fruizione culturale.

l cinema monosala come il Gloria possono offrire quella qualità del cinema d’autore che non incontriamo nei multisala, ma anche quel rapporto di condivisione che certo non troviamo quando fruiamo da piattaforme streaming. Ecco la bellezza del cinema, della sala, un valore aggiunto che non possiamo permetterci di perdere.

Morgana Lupica

Annunci