TRA GENDER, POLITICA E MODA: IL PHOTO VOGUE FESTIVAL TORNA A MILANO CON LA TERZA EDIZIONE

Quasi mai la moda è stata un fenomeno puramente estetico: le sue evoluzioni e rivoluzioni hanno incarnato una determinata visione del mondo, hanno dato voce alle idee più avanguardistiche della nostra società, hanno contribuito a combattere obsoleti stereotipi con cui ci si deve interfacciare ogni giorno, persino nel futuristico 2018.

CIMOinfo vi ricorda il ritorno a Milano del Photo Vogue Festival, un appuntamento, in programma dal 15 al 18 novembre, che richiama gli appassionati di fotografia, arte e moda. La città si prepara ad ospitare per il terzo anno consecutivo talk, mostre ed esibizioni fotografiche che discuteranno di temi più che attuali nel panorama contemporaneo. Continuando lo storytelling iniziato nel 2016 con una riflessione sullo sguardo femminile, (The Female Gaze ), proseguito nel 2017 con un mostra che poneva un focus sulle relazioni tra moda e politica (Fashion&Politics), quest’anno le mostre principali ospitate a BASE Milano tratteranno della questione del gender, tra femminilità e mascolinità, e della diversità nelle sue più variegate sfaccettature, intitolate rispettivamente All That Man Is – Fashion and Masculinity Now Embracing Diversity. Invece, Palazzo Reale si prepara a ospitare una mostra dal titolo Beyond the Still Image, del fotografo norvegese Sølve Sundsbø, personalità visionaria nel campo della fashion photography.

I concetti veicolati da Vogue non sempre sono di facile comprensione, anzi, richiedono agli appassionati e ai curiosi una pregressa conoscenza del mondo in cui viviamo e dei trend precipui della nostra contemporaneità. Nel 2016 la mostra di Vanessa Beercroft, che prevedeva una serie di stampe ingrandite di polaroid, scattate dall’artista tra il 1993 e il 2016, aveva l’obiettivo di sostituire il Male Gaze, attraverso cui tutti i prodotti mediali e non vengono ripresi e filtrati, a partire dalla cinematografia, con il Female Gaze, uno sguardo femminile che guarda alla donna per ciò che è, senza idealizzazioni di ogni sorta.

Da appassionata all’evento e alle tematiche affrontate vi invito a partecipare, o anche solo a fare un giro tra le enormi sale di BASE Milano, per sentire il senso di responsabilità e di attualità che le fotografie selezionate alimentano.

Martina Bissolo

Annunci