DIGITAL IN 2018. I dati di cui non possiamo fare a meno

Come da sette anni a questa parte, l’agenzia creativa We are social, in collaborazione con la piattaforma per il social media management Hootsuite, apre le danze di Gennaio con il report globale “Digital in 2018, che indaga i principali trend riguardanti i social media, il mondo digitale e la loro diffusione in Italia e nel mondo.

Secondo l’analisi, che ha preso in esame 239 paesi, il numero di coloro che accedono a Internet nel mondo ha superato i quattro miliardi di persone: più della metà della popolazione mondiale è online. La distribuzione per regioni resta ancora sbilanciata, se pur con tassi di penetrazione che arrivano e superano il 50% anche nelle aree in fondo alla classifica (come il Sud Africa).

Durante il 2017 si è registrata una crescita di 4 milioni di persone connesse ad Internet (+ 10% rispetto all’anno precedente) con una crescita di 3 milioni di utenti social media (+ 10%) che registrano quasi 3,2 miliardi di persone attive.

Tra i dati più interessanti trovati dalla ricerca, c’è la profilazione degli utenti del social più popolare al mondo. Su Facebook negli ultimi 12 mesi si è registrato un +20% nella fascia over 65, per esempio. È aumentato anche il numero dei teenager, mentre tra i 13 e 15 anni la crescita è stata “solo” del 5%. Questa tendenza sembra sottolineare la non più lenta obsolescenza della piattaforma nata nel 2001, che vede invecchiare i suoi utenti a causa dello scarso ricambio generazionale: i più giovani si volgono infatti a Instagram, (motivo per cui assistiamo a campagne marketing all’insegna di Stories). Le donne rimangono ancora poco rappresentate, soprattutto nei Paesi dell’Africa centrale, nel Medio Oriente e nel sud dell’Asia.

E noi italiani? il tempo speso in rete è di 6 ore e 8 minuti al giorno su internet, su ogni tipo di dispositivo (i dati sono basati su sondaggio di utenti dai 16 ai 64 anni, fonte Globalwebindex).  Ci confermiamo come il Paese del mobile, al terzo posto per penetrazione di utenti unici di telefonia mobile rispetto alla popolazione (83%), subito dopo Corea del Sud e Hong Kong. I social media vengono utilizzati da 34 milioni di persone e il tempo trascorso sulle piattaforme ogni giorno, da ogni dispositivo, è di 1 ora e 53 minuti (in linea con i dati dell’anno scorso).

Neanche l’ottimismo digitale fa esattamente per noi: non siamo tecno-scettici come i tedeschi, che si trovano in coda alla classifica, ma neanche in cima. La percentuale della popolazione che crede che la tecnologia rappresenti più opportunità che rischi è del 53%. Subito sopra di noi Usa e Regno Unito, tutti Paesi decisamente avvezzi alla tecnologia.

I trend da non perdere assolutamente nel 2018? I social verranno visti come un reale investimento, aumenteranno le social TV, diminuirà la fiducia nelle istituzioni tradizionali mentre aumenterà quella verso le piccole sfere di influenza, l’intelligenza artificiale si diffonderà sempre di più e   i social data verranno utilizzati maggiormente dalle organizzazioni. Insomma stay tuned, stay social!

Gaia Amadori

 

 

 

 

 

Annunci