Il lancio della canzone “Cara Italia” #Ghaliday

Sicuramente il 26 gennaio è stato un “happy day” per Ghali. Dopo settimane di campagna è uscito il suo ultimo singolo “Cara Italia”, che si prepara a essere uno dei nuovi tormentoni nel panorama musicale italiano.

Il personaggio di Ghali possiede una grande forza comunicativa: è diverso, originale e trasmette autenticità.  Non si veste e non si atteggia come il classico rapper. Ha una storia interessante che desidera raccontare: le sue origini, il suo plurilinguismo, l’Italia e Baggio, il quartiere di periferia in cui è cresciuto. Anche a livello musicale, i suoi testi sono molto particolari; le sue strofe incastrano e cuciono frammenti dal parlato quotidiano come: “scendi alla prossima? No, quella dopo!”, “la squadra in attacco, qua nessuno difende”, ricalcando il processo di apprendimento di una lingua, in cui in un primo momento si assorbono i sintagmi e solo successivamente le singole parole.

Il suo ultimo singolo, “Cara Italia”, è stato lanciato a regola d’arte, rispecchiando anche nelle modalità di comunicazione le caratteristiche del suo personaggio: diverso e autentico. Ecco gli ingredienti della sua campagna:

Instagram, instagram, instagram!

Su questa piattaforma intercetta il suo pubblico di riferimento: generazione Z e in parte anche Millennials. La stessa natura della piattaforma permette un dialogo diretto con i fan e il rapper ha molta cura dei contenuti che posta, sia per qualità che per quantità. Condivide storie tutti i giorni, storie che non hanno uno stile promozionale, ma hanno il sapore della quotidianità, lasciando davvero la sensazione di poter conoscere questo ragazzo del 1993 day by day, un frame alla volta.

CARA ITALIA, da mezzanotte su Spotify.

A post shared by GHALI 🤘🏽 (@ghali) on

Personalizzazione della comunicazione e call to action

Negli ultimi giorni sul suo account Instagram Ghali ha iniziato un count down social, accompagnato dallo screen di un numero di telefono (vero) al quale inviare note audio e video su Whatsapp. Il rapper ha chiesto ai suoi follower di fare lo screenshot a Spotify mentre ascoltavano la sua canzone, promettendo di rispondere a più persone possibile. Il numero è stato inondato di messaggi, foto, video, conversazioni singole e di gruppo, come ha testimoniato Ghali stesso in diverse IG stories. Il rapper ha dato ai propri fan ciò che ogni fan vorrebbe: il numero di telefono del proprio artista preferito e, a quel punto, ha dato loro qualcosa da fare. La call to action è stata resa ancora più forte dalla promessa di una ricompensa immediata e personalizzata (una risposta one to one ai messaggi ricevuti).

Digital Pr

Un’intervista a Vanity Fair (Vanity Fair) e una pioggia di articoli a cascata su diverse testate cartacee e digitali: da Rolling Stone a  Radio 105. Tutti in questo momento stanno parlando di lui.

Il teasing martellante con lo spot Vodafone

Uno spot in cui compaiono e si mescolano molti volti, ma in sottofondo una sola voce, quel “io t.v.b. cara Italia”, che risalta in tutta la sua potenza. Già prima dell’uscita del singolo, tutti sapevano già un paio di versi e il ritornello. I ragazzi la canticchiavano nei corridoi a scuola, attendendo il resto del testo.

La televisione

L’uscita della canzone è stata accompagnata da un uso intensivo di questo medium, soprattutto nella giornata del lancio. Nel primo pomeriggio, quando i ragazzi tornano da scuola, i canali di Discovery suonavano “Happy Days” per intero negli intervalli pubblicitari, riportando di lato l’hashtag #Ghaliday. Poi, la sera, alle 21.20 il singolo è stato lanciato su tutte le reti Discovery contemporaneamente: su Real Time, Dmax, Focus, Nove, Giallo, Frisbee e K2 l’unica voce trasmessa è stata quella del rapper di Baggio. Si tratta di un’operazione interessante, perché la televisione in questo caso non viene utilizzata per la sua ripetitività, ma per un flash momentaneo, senza repliche. Non si ricorre alla classica promozione da 30 secondi ripetuta in modo continuo, ma si sceglie di monopolizzare diverse reti per oltre 5 minuti, mostrando canzone e video per intero, scardinando il tradizionale palinsesto e intercettando pubblici molti diversi tra loro: da quello femminile di Real Time a quello tendenzialmente maschile di Dmax.

Si può notare come questa strategia, oltre a garantire una notevole copertura, abbia utilizzato in modo crossmediale i canali di comunicazione: Instagram per mantenere un contatto continuo, quotidiano con la fan base, Whatsapp come temporary reward e la televisione come piattaforma di lancio.

Ilaria Rossini

Annunci