SocialQuark: il grammar nazi.

Il web è un mondo abitato da una fauna più che variegata, i social sono le gabbie che contengono esemplari più unici che rari di animali sociali; uno degli esemplari che negli ultimi anni si è distinto, destando interesse, curiosità e in un certo senso terrore, è sicuramente il Grammar Nazi

L’esemplare grammar nazi si diffonde in Inghilterra per poi espandersi nel resto dell’Europa e in America intorno al primo decennio degli anni 2000, in concomitanza con l’affermarsi dei social network e con la possibilità di interagire con i contenuti degli altri utenti del web.

La caratteristica principale di questo animale sociale è la ferocia con la quale si scaglia in commenti, post, tweet, risposte, contro altri animali sociali che, ignari o semplicemente disattenti, osano profanare le sacre regole della grammatica e della sintassi.

In Italia, negli ultimi anni, il numero di esemplari di questa pericolosa specie è notevolmente cresciuto. Paladini del sacrosanto qual è senza apostrofo, portatori dei dettami dell’istituzionale Accademia della Crusca, i grammar nazi non perdono occasione per correggere, con fare da “maestrina”, chiunque inconsapevolmente o semplicemente erroneamente abbia osato commettere una qualche onta alla particolarmente ostica grammatica italiana.

Gli errori sui quali i grammar nazi non transigono assolutamente? Il già citato qual è apostrofato, il po’ accentato ma, soprattutto, il famigerato uso del condizionale al posto del congiuntivo: a oggi si contano circa 596 vittime dei grammar nazi flagellate socialmente per avere scritto se avrei.

Gli esemplari di grammar nazi preferiscono attaccare in solitaria pur facendo parte di un branco; popolano diverse regioni social quali Facebook, Twitter e Instagram e molti siti di testate giornalistiche. Qualora ci si imbatta in uno di questi esemplari è necessario mantenere la calma e provare a non rispondere all’attacco, poichè il contrattacco potrebbe risultare fatale: se provocato infatti, il grammar nazi tende a utilizzare la Divina Commedia e il Devoto-Oli come armi di difesa. Come fare per evitarlo? Riprendendo in mano una grammatica italiana di tanto in tanto e rileggendo quanto si è scritto prima di postarlo online.

Il grammar nazi infatti sarà pure pericoloso, ma il “se avrei” di un social media manager lo è ancora di più.

Giulia Platamone

Annunci