ON AIR. Progettare, gestire e popolare una web radio universitaria

Ascoltate la radio? Vi piacerebbe entrare a far parte della sua macchina produttiva? Avete mai pensato come si scrive un testo radiofonico? Qual è l’approccio alla regia? Nell’ambito degli insegnamenti di Storia della radio e della televisione (LIMED) e di Media Studies and Cultural History (CIMO) sta per iniziare un nuovo interessantissimo progetto: 6 incontri per fornire le competenze pratiche per avviare una web radio universitaria… ma non solo. Dalla programmazione, al management, alla scrittura di un testo radiofonico, allo speakeraggio, 4 professionisti, esperti nei diversi ambiti della comunicazione radiofonica, si alternano in un percorso di formazione finalizzato alla nascita di una web radio.

Il laboratorio è strutturato in 6 incontri:

  1. Tecniche di programmazione radiofonica
  2. Web station management
  3. Ideazione di un testo radiofonico
  4. Giornalismo radiofonico
  5. Approccio alla regia
  6. Parlare, leggere, recitare nelle produzioni radiofoniche
  7. Tecniche di programmazione radiofonica.

Di seguito potete trovare le specifiche di ogni giornata di lavoro.

  1. tecniche di programmazione radiofonica – Sabato 12 novembre, 9.30 – 12.30

Come nasce una radio? Come si definisce il suo stile? Come è strutturata: qual è il suo organigramma? Accompagnati da Matteo di Palma, m2o Radio (Gruppo L’Espresso), si affronterà la struttura interna della radio: dai possibili formati, alle figure professionali che vi lavorano, passando per l’organizzazione artistica (su tutto palinsesto, speakeraggio, comunicazione del brand verso l’esterno) fino ad arrivare alla messa in onda e gestione di una diretta con prove pratiche in aula da parte degli studenti. Un primo e necessario affondo in uno dei mondi più rilevanti e meno studiati dell’industria culturale.

  1. Web station management – Sabato 19 novembre, 9.30 – 12.30

La radio incontra il web. Come è cambiata e come può essere gestita la programmazione, la promozione e l’ufficio stampa di una web radio. Imparare a gestire i social e il podcasting, usare gli strumenti di trasmissione, trasmettere live da qualunque parte del mondo, autoprodurre una trasmissione. Il web cambia la regole del gioco. Ma non è un passaggio naturale e le competenze vanno aggiornate e acquisite. Il secondo incontro fornisce gli “attrezzi” di base per muoversi nei territori delle radio su web.

  1. Ideazione di un testo radiofonicoSabato 26 novembre9.30 – 12.30

La scrittura è il punto di partenza dal quale si ricavano le parole che verranno poi pronunciate in radio. L’assenza del supporto visivo rende la parola, le parole fondamentali. E’ una questione di contenuti, ma anche di drammaturgia. La dottoressa Letizia Mosca, cronista di Radio Popolare, insegna come si scrive il brogliaccio di un contenuto radiofonico, destinato alla messa in onda in diretta o in podcast. Gli studenti dovranno quindi mettersi in gioco per produrre un originale radiofonico che si basi su degli elementi linguistici (parole) e paralinguistici (rumori e musica). 

  1. Giornalismo radiofonico, Sabato 3 dicembre_9.30 – 12.30

Come si raccontano le notizie alla radio? Come affrontare l’elaborazione di un’informazione attraverso un medium acustico? Paolo Aleotti, regista RAI, illustra come scrivere e condurre un giornale radiofonico. Come preparare una radiocronaca e un radiodocumentario mettendo a fuoco la specificità del ruolo del cronista, dell’inviato, del corrispondente e del redattore.

  1. Approccio alla regia , Sabato 10 dicembre_9.30 – 12.30

La lezione verterà sulla realizzazione effettiva di un montaggio radiofonico, attraverso le direttive e i programmi indicati dal docente. Sarà illustrata la tecnica di produzione e fonico audio per poter gestire al meglio la regia e la diretta radiofonica. Un uso sapiente del microfono permette di ottenere molti effetti creativi, utili sia all’informazione che alla drammaturgia. 

  1. Parlare, leggere, recitare nelle produzioni radiofoniche, Sabato 17 dicembre_9.30 – 12.30

La voce, nella radio, svolge il ruolo principale. L’approccio dello speaker alla “parola detta” (verbum, vox) si differenzia a seconda del genere di programma radiofonico nel quale ci si trova: informazione, intrattenimento, radiodramma, pubblicità. La lezione avrà lo scopo far approcciare gli studenti all’interpretazione al microfono dei testi concepiti espressamente per l’oralità. Nel corso della lezione si apprenderanno le dinamiche a microfono e si cercherà di capire e realizzare il concetto di “immagine acustica” grazio all’intervento di Raffaele Farina.

Per iscriversi al laboratorio, cliccate qui e compilate il form! 

 

Advertisements