CIMERS al lavoro sul campo. Dai libri all’evento sul crowdfunding civico di Milano

Troppa teoria e poca pratica? Detto fatto, i ragazzi e le ragazze del seminario di crowdsourcing e crowdfunding tenuto dalla professoressa Ivana Pais hanno collaborato con il Comune di Milano per l’evento “Come finanziare la smart city? Il crowdfunding civico“. Mercoledì 22 giugno dalle 10.30 alle 13 presso l’Urban Center in Galleria Vittorio Emanuele la Milano innovativa si presenta e CIMO mette la sua firma.

La classe si è divisa in gruppi, ognuno con un ruolo, ognuno con una missione. Obiettivo finale realizzare la comunicazione completa pre durante e post evento. Parole d’ordine dell’appuntamento, innovazione e condivisione. Protagonista assoluta è la piattaforma Eppela, piattaforma ufficiale del crowdfunding civico di Milano, iniziativa nata dalla collaborazione tra gli assessorati  delle Politiche del lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca e delle Politiche Sociali e Cultura della Salute.

Per i novelli, e si spera ce ne siano pochi, il crowdfunding, o finanziamento collettivo, ” è una pratica di microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse” come cita Wikipedia. Un crowd di soggetti che, senza alcun legame tra loro, decide di finanziare con una quota libera un determinato progetto. Sulla piattaforma Eppela, scelta tramite bando, tutti i progetti selezionati dal Comune di Milano e aperti a libero contributo. Mercoledì in Galleria il Comune tira le somme e discuterà delle modalità più avanguardistiche per il finanziamento della smart city lombarda.

refugees-1020118_1920

E cosa c’entra CIMO in tutto questo? Della individuazione delle community di riferimento target della comunicazione, della produzione dei testi per ogni campagna crowdfunding in chiusura, della redazione della scaletta di intervento degli ospiti, se ne sono uccupati i Cimers. E non è tutto. Ancora loro si dedicheranno alla comunicazione social durante l’evento su Facebook, Twitter, Instagram attraverdo i codici del Comune di Milano e realizzeranno una ripresa in live streaming. Alcune ragazze inoltre interveranno direttamente durante l’evento e attraverso un presentazione spiegheranno i benefici della sharing economy. Tra un intervento e l’altro sugli schermi dell’Urban Center farà capolino il video realizzato da uno dei gruppi di studenti che ha intervistato i referenti delle campagne crowdfunding ammesse sulla piattaforma Eppela e che si sono concluse in questi giorni.

Che learning by doing sia.

 

 

Annunci