CimoTopTalents #9 I Red Velvet della Cattolica bruciano gli avversari italiani e volano a Parigi con L’Oreal

Un biglietto per Parigi grazie, paga la creatività! Chiara Giacopelli con il suo team  vince la finale nazionale di Brandstorm 2016, l’internazionale business competition di marketing e digital di L’Oreal che in 24 anni ha coinvolto oltre 80.000 ragazzi. E CIMO vola in Francia.

La sfida riguarda quest’anno il marchio La Roche-Posay e i prodotti farmaceutici. Case study 2016 attrarre i giovani tra i 15 e i 25 in farmacia attraverso una innovativa digital strategy. Il team di Chiara, composto da Ilaria Bertozzi e Luca Villa, studenti della facoltà di economia, ha vinto la finale italiana nella sede di Milano del gruppo francese e il 30 giugno volerà a Parigi alla finale internazionale. 10 i team in gara, provenienti dall’Università Bocconi, dalla Cattolica di Milano, dall’Università di Torino, dalla Aldo Moro di Bari, dall’Università degli Studi di Palermo e dal Politecnico di Milano. Un vincitore in casa Cattolica.

13446248_10208026157126174_416584939_o

In ordine da destra, Chiara Giacopelli, Luca Villa e Ilaria Bertozzi

 <<Brandstorm è nato per gioco, ma ora si sta concretizzando sempre di più. Ad Ottobre la professoressa Sebastiani, che si occupa del corso di Trade Marketing, ci ha proposto il L’Oréal Brandstorm 2016 in sostituzione all’esame scritto. -spiega Chiara- A metà Ottobre ci hanno presentato il progetto in aula. Insomma non certamente una cosa facile, conoscendo in primis il nostro rapporto con la farmacia, i medici e soprattutto il dermatologo>>. Ma Chiara sceglie di lanciarsi nell’impresa e cerca due compagni di gruppo. Ilaria, di cui era già amica, e Luca, scovato grazie ad un annuncio di Facebook e che si trovava ad Oxford. A febbraio 2016 il team presenta l’idea alla docente Sebastiani che decide di candidare il concept per la finale nazionale.

13446200_10208027415677637_1964397737_o

Dalla pagina Instagram del contest

<<Forse il nostro punto di forza è proprio il team, non abbiamo preso questo progetto nell’ottica “dobbiamo vincere”, anzi abbiamo vissuto il tutto molto tranquillamente, senza aspettative>> continua Chiara. <<Ci siamo impegnati molto, ma ogni momento per noi è buono per una battuta o una risata. -afferma invece Luca- Inizialmente l’idea è venuta da sola, dopo varie analisi e ogni volta di step in step abbiamo cercato di perfezionarla e migliorarla in base a diversi insight>>.Dell’idea però i ragazzi possono svelare poco, il progetto infatti è ancora in gara e lo spoiler taglierebbe le gambe. <<Il nostro percorso inizia dalla brand awareness, quindi far conoscere il brand, tramite un contest e degli influencer, e poi rafforzare la fedeltà al brand tramite una communityProporremo però una strategia differente a Parigi>> spiega Chiara. La vittoria sperata e improvvisa, come spesso accade, e per questo immensamente più dolce e appagante. <<La vittoria è sempre stata inaspettata, non perché non credevamo in noi o perché non credevamo nella nostra idea, ma perché arrivavamo stremati dagli altri impegni universitari. –spiega Chiara- Da una parte eravamo felicissimi per la vittoria, dall’altra sapevamo che il percorso da lì fino alla finale internazionale a Parigi sarebbe stato un grande impegno, soprattutto perché si incastrava tra altri progetti e soprattutto nella sessione estiva>>>.

13446306_10208026164006346_594192696_o

Il team alla finale nazionale a Milano

Meno sette giorni allora alla finale internazionale di Parigi. <<Siamo emozionati e carichi. Fin ora abbiamo lavorato e modificato l’idea. I suggerimenti di chi ci sta seguendo in L’Oréal sono fondamentali e noi ci stiamo impegnando al massimo. -continua la studentessa- Sarà bello sfidarsi con ragazzi provenienti da tutto il mondo e speriamo di tener alto il nome dell’Italia>>. Un ultimo commento prima di partire. <<Il progetto è formante, perché consente di mettere in pratica tutte le nozioni acquisite fino ad oggi. È un modo per “imparare sul campo”. Un mega grazie a chi ha organizzato questo concorso e a chi ci sta seguendo nei vari sviluppi>> concludono i ragazzi. 

 

 

Annunci