TIKTOK PER IL MARKETING: @MAMBO.COMMUNITY e @REALIZE_NETWORKS RACCONTANO DELLE STRATEGIE SULLA PIATTAFORMA

TikTok è la destinazione leader per i video brevi da dispositivi mobili. La nostra missione è ispirare la creatività e portare allegria – TikTok.

Mercoledì 27 aprile si è tenuto in Università Cattolica il primo evento “TikTok e content creation per il marketing”, dove si è discusso di creatività e content creation assieme a Mambo e Realize Networks.

L’evento si apre con la presentazione di Mambo a cura di Francesco Pio Liscio e Mirko Azzolini. I due Creative Strategists ci raccontano di Mambo: “una community di content creators pensata per offrire una soluzione veloce e accessibile a tutti i brand che vogliono produrre video brevi”, sottolineando come Mambo sia una community, non una talent agency.

Mambo nasce sei mesi fa come figlia del gruppo Oneday. I core values sono condivisione, crescita ed esperienza. Mentre il focus principale è proprio sui creator.

Mambo si pone l’obiettivo di diventare punto di incontro per tutti i content creator: un luogo dove potersi conoscere, scambiare idee, migliorare, crescere nel branded content, nonché godere di experience come Academy, Events e attività di team building loro dedicate. La community è attiva nella produzione di contenuti per la piattaforma di TikTok e mira ad aiutare i brand che vogliono addentrarsi nell’universo di TikTok per le loro strategie di marketing.

Mambo si occupa di analizzare il settore dei brand che si rivolgono loro, disegnare la content strategy ed elaborare l’approccio strategico-creativo, oltre che sviluppare il format più idoneo con il creator più adatto.

@erta.knk

si scherza, amici recruiter. ma neanche troppo 🤡 #lavoracomeunboomer

♬ Blue Blood – Heinz Kiessling & Various Artists

Successivamente, prende parola @erta.knk, membro della community di Mambo. Erta è la TikToker che spopola con la rubrica “Lavora con i boomer, ironizzando sulla difficile situazione dei giovani nel mondo del lavoro dominato dai boomer. Un tono di voce satirico e tagliente, che polemizza sui modi di fare paternalistici e arcaici della generazione boomer.

All’interno dei video di Erta hanno iniziato ad inserirsi degli #adv. La content creator continua comunque a realizzare video divertenti e simpatici, con l’obiettivo quasi di “nascondere” la pubblicità.

Erta, realizzando i suoi contenuti (così come altri TikToker impegnati in questo lavoro) mira a intrattenere i suoi follower senza far percepire l’immediata presenza di un adv. Vuole evitare lo skip dell’advertising da parte dell’utente.

È proprio questa la modalità corretta per i brand di entrare nella piattaforma. L’approccio di pagare delle sponsorizzazioni in app su TikTok non funziona. TikTok è infatti la prima vera piattaforma bottom up: “sono gli utenti a fare i trend, non i brand”.

Questo ultimo aspetto è stato ribadito anche da Elisa Iacovo e Giulia Vimercati, Social Media Manager e Digital Strategist Realize Networks.

Realize Network è un’agenzia di talent management, dove il cliente numero uno sono i Talent. La mission è quella di “essere l’opportunità per colui che ha talento di far crescere il suo potenziale”. L’obiettivo primario è creare le idonee strategie di crescita per i talent. Aziende e brand arrivano dopo, proprio perché interessate alla community che si è costruita attorno al creator. Quello che fa Realize Networks è proporre strategie di marketing che siano idonee sia alla crescita del creator che a quella del brand.

Per mostrarci come si approcciano al social, ci raccontano il caso Fabio Caressa, che portano da 0 a 100mila iscritti YouTube nel giro di 7 mesi e fino a 450.000 follower su TikTok. Fabio, nei video TikTok propone brevi racconti, analisi e statistiche su giornate di campionato, notizie di calciomercato, nonché la rubrica #imparaconFabio, dove racconta aneddoti sui calciatori, oppure video ironici a tema calcio.

Curando la comunicazione di Fabio, Realize Networks si è approcciata alla sua figura considerandolo come un’azienda. Fabio non era un talent come tutti gli altri, ma un giornalista, con propria etica professionale e deontologica. Come fanno per le aziende gli assegnano una vision e una mission, ovvero quella di “riportare il calcio ai tifosi”, creando una community dove tutti i tifosi potessero esprimere la propria idea sul pallone. Delineano due volti di Fabio, uno più istituzionale e uno più irriverente, riuscendo a posizionare con successo il suo personaggio sulle piattaforme social.

È innegabile che per costruire il proprio personal brand o per attuare strategie di marketing TikTok sia diventato un canale fondamentale. TikTok è l’app più scaricata negli ultimi tre anni, con 656 milioni di download, raduna inoltre più di 1 miliardo di utenti attivi ed è la 6° app social più usata al mondo.

Su TikTok non si fanno solo balletti”, ma il paradigma comunicativo è cambiato radicalmente e sulla piattaforma il 36% degli utenti ha un’età compresa tra 35 e 54 anni (+10% rispetto al 2020).

Chi ancora non è sbarcato sulla piattaforma deciderà di farlo nel prossimo futuro o sarà troppo tardi?

Staremo a vedere.

Elisa Rizzoli