LOL – CHI RIDE È FUORI: IL FENOMENO MEDIALE DEL MOMENTO

Se sei alla ricerca di spensieratezza e divertimento, la soluzione è solo una: LOL – Chi ride è fuori, il nuovo programma targato Prime Video che, dalla sua uscita il 1° aprile, ha riscosso un successo clamoroso, tanto che in queste settimane risulta essere il tema più chiacchierato del web.

LOL – Chi ride è fuori è un game show in sei puntate prodotto da Endemol Shine Italy e distribuito da Amazon Prime Video. Condotto da Fedez e Mara Maionchi, i concorrenti sono dieci comici italiani: Frank Matano, Pintus, Katia Follesa, Elio, Lillo Petrolo, Ciro Priello, Fru, Caterina Guzzanti, Michela Giraud e Luca Ravenna. I protagonisti si trovano a sfidarsi per sei ore consecutive all’interno di un teatro e l’obiettivo è solo uno: non ridere, fare il possibile per rimanere impassibili ma allo stesso tempo cercare di far cedere gli avversari alla risata. Ogni volta che qualcuno ride, o anche semplicemente accenna un sorriso, viene prima ammonito e poi eliminato. Il vincitore otterrà un assegno da 100.000 euro da devolvere in beneficienza.

Il programma si basa su un format giapponese, Documental, ideato dal comico Hitoshi Matsumoto, il quale ebbe l’intuizione di dar vita ad un programma divertente, ma che contemporaneamente potesse lanciare comici poco conosciuti. È arrivato ormai alla nona stagione e per prenderne parte bisogna versare una consistente quota di partecipazione e il vincitore otterrà un premio dieci volte maggiore rispetto a tale somma. A differenza dello show italiano, quello giapponese è molto più estremo, tanto che alcune scene sono state censurate. Il grande successo ha fatto sì che, oltre che in Italia, il format fosse replicato in tutto il mondo: ci sono la versione messicana, australiana, tedesca e spagnola.

LOL – Chi ride è fuori ha avuto sin da subito un successo clamoroso, tanto da creare un vero e proprio monopolio sul web e sui social media. Blogmeter – azienda italiana specializzata in ricerche di mercato e analisi sui social – ha condotto un’indagine del programma, riscontrando che in una sola settimana i contenuti dedicati al game show hanno generato quasi 3 milioni di interazioni (il numero si riferisce alle prime quattro puntate, dato che le ultime due non erano ancora uscite). Si può dunque parlare del fenomeno mediale del momento, dato che i social network hanno visto un’invasione di post, immagini, video, articoli, meme, filtri per le Instagram stories e challenge su TikTok. Il numero maggiore di interazioni è stato registrato su Twitter, in cui gli hashtag dedicati al programma sono stati costantemente in tendenza nazionale.

Ma non solo. Per permettere agli spettatori di rimanere in contatto col programma anche dopo la sua fine, è stato creato un videogioco: LOL – The Game. Disponibile online su un sito dedicato, il gioco è stato realizzato con una grafica a 8-bit che riproduce in maniera stilizzata sia i conduttori sia i concorrenti in gara. Il meccanismo di gioco è molto semplice: nel primo round non si dovrà fare altro che cliccare sui personaggi che stanno ridendo per eliminarli; successivamente, il giocatore dovrà cercare di far ridere i comici, cliccando i palloncini gialli che compaiono sullo schermo. Superati questi due step, seguiranno dei livelli strutturati nello stesso modo, ma con una velocità sempre maggiore e con sfide man mano più complesse da superare.

È interessante osservare come, da un semplice game show, si sia andata a creare una rete che, a partire dagli schermi di Prime Video, si è espansa sul web e sui social media dando vita a un fenomeno mediale di particolare rilievo, arrivando fino alla vita reale delle persone, nella cui quotidianità delle ultime settimane non è certamente mancata una battuta ripresa da LOL.

Claudia Campanale