BATMAN IS COMING: IL VOLTO DI ROBERT PATTINSON

La storia di un attore inglese passato dal ruolo sottovalutato di un vampiro a stimato supereroe della DC Comics. Chi non ha mai sentito parlare di Robert Pattinson? O meglio: chi non ha mai sentito parlare di Robert Pattinson nel 2020?

Per anni il pubblico lo ha ricordato per i ruoli di Cedric Diggory nell’amata saga cinematografica di Harry Potter e per il ruolo dello sparkling Edward Cullen, vampiro ultracentenario nella fortunatissima saga di Twilight (cinque film in cinque anni, con un incasso di 3 miliardi e 400 milioni di dollari), personaggio che ha fatto letteralmente girare la testa di tutte le teenager fan del mondo di Stephenie Meyer (ndr. l’autrice dei libri).

Sono passati anni ormai da quei ruoli che lo hanno reso celebre sul grande schermo.

Dopo molto tempo al di fuori dei riflettori (Pattinson ammette di aver studiato recitazione e coltivato altre passioni), l’attore britannico torna al cinema nel 2019 con un nuovo volto, quello di un marinaio che perde la ragione mentre si occupa del faro di un’isola lontana. Accanto alla star di successo William Defoe, Pattinson dimostra di essere all’altezza del ruolo, immerso in un’atmosfera cupa e angosciante. Scritto e diretto dal giovane regista Robert Eggers, The Lighthouse è un thriller da mozzare il fiato che rilancia l’immagine di Pattinson in tutto il mondo.

A seguire l’inaspettato successo del film, arrivano altre tre proposte irrinunciabili per l’attore britannico. Nel 2019 la Warner Bros. lo sceglie per il ruolo di co-protagonista nell’attesissimo thriller di spionaggio Tenet, diretto da Christopher Nolan – lungometraggio che segna la ripartenza del cinema post lockdown, uscito ad agosto 2020. Molti sono gli aspetti enigmatici della pellicola; pare che in un’intervista lo stesso Pattinson abbia affermato che bisognerebbe ottenere una laurea per capire concretamente i risvolti del film. Ma questo discorso potrebbe probabilmente valere anche per molti altri lungometraggi di Nolan.

Nel settembre 2020, poi, eccolo di nuovo tra i protagonisti di un altro film, stavolta in esclusiva su Netflix: Le strade del male. Accanto al conclamato Tom Holland, Pattinson consolida la sua fama di attore del momento e promette bene nel cinema del futuro.

Per finire, arriva il ruolo di uno dei supereroi più amati della DC Comics, Batman. Sappiamo tutti che le ultime interpretazioni cinematografiche di Batman appartengono a Ben Affleck, prima in Batman v Superman: Dawn of Justice e poi in Justice League. Eppure, l’attore hollywoodiano pluripremiato non ne vestirà più i panni nel film The Batman, in uscita nel 2022, che invece sono stati affidati proprio a Pattinson.

In un recente video promozionale di una campagna benefica, Matt Damon provoca scherzosamente Ben Affleck (i due sono amici di vecchia data, sin dalla scrittura e interpretazione di Will Hunting – Genio Ribelle), dicendo che Pattinson gli avesse “rubato” il ruolo del supereroe. I fan della DC Comics si sono subito scatenati contro la scelta della produzione di ingaggiare Pattinson, in quanto non ritenuto adatto a ricoprire il ruolo. Ma Pattinson non demorde, dichiarando pubblicamente di essere molto critico con sé stesso e che di conseguenza non si preoccupa degli altri. Certo è che i fan risultano ancora turbati, soprattutto dopo la sua gaffe “Batman non è un vero supereroe”, dichiarazione seguita poi dalle scuse pubbliche.

Insomma, dopo aver riassunto la carriera degli ultimi due anni dell’attore, possiamo dire che Pattinson si sia guadagnato tutta la nostra attenzione. Di certo gli amanti del cinema si mostrano in un’attesa trepidante per l’uscita del film. E, in fondo, tutti sono certi che Pattinson non deluderà le aspettative.

Alessia Sabrina Natalino