BUZZOOLE: ESSERE LEADER NELL’INFLUENCER MARKETING CON UN ALGORITMO 

Fabrizio Perrone, napoletano, dopo aver avviato una prima startup, un’agenzia di digital pr specializzata in campagne sui social, lancia una piattaforma che aiuta i brand a selezionare e connettersi con gli influencer per creare campagne ad hoc.  Nasce così nel 2013 l’agenzia Buzzoole (si pronuncia “basule” con la e muta).
Il nome dell’agenzia nasce dalla crasi tra due parole, buzz che possiamo tradurre come passaparola e una riedizione del significato originario di Google per intendere crescita esponenziale. La crescita di Buzzoole è stata impressionante (+218% medio tra il 2014 e il 2017).

Oggi Buzzoole ha un team di oltre 70 persone distribuite tra le sedi di New York, Londra, Milano, Roma e Napoli e una community di 260mila influencer, meglio detti “content creator” per più di 850 clienti.
«Mi sono reso conto – spiega Perrone – che mancava uno strumento tecnologico che permettesse ai brand di individuare i giusti influencer in modo automatico e consentisse anche alle piccole e medie imprese di sfruttare il passaparola sul Web».

Buzzoole ha sviluppato l’algoritmo GAIIA (Growing Artificial Intelligence for Influencer Affinity) che sfrutta l’intelligenza artificiale per analizzare e individuare gli influencer che rispecchiano le esigenze del brand così da creare campagne di Influencer marketing.

L’influencer grazie a GAIIA riesce a controllare, tramite una dashboard, vari elementi come l’argomento che influenza maggiormente i propri follower, il più discusso nel canale, il tasso di engagement, la provenienza geografica, l’età e gli interessi dei propri follower. Tutto questo per migliorare le proprie prestazioni online.

Buzzoole offre ai brand un servizio che si occupa dell’intera campagna: dalla definizione degli obiettivi con un brief alla scelta del tipo di campagna, alla selezione dell’influencer, alla misurazione dei risultati ottenuti fino alla fase del pagamento dell’influencer.
Tutte le fasi sono controllabili tramite una dashboard che traccia l’andamento della campagna, delle interazioni e delle informazioni sulle persone che interagiscono.

Inoltre, sono stati sviluppati due indicatori in collaborazione con Nielsen per verificare l’impatto reale (Campaign Impact) che la campagna ha avuto: “Digital Brand Effect” e “True Reach e Ad recall” (una metrica che permette di avere una stima delle persone raggiunte e la percentuale di follower che ricordano di aver visto i post).

L’algoritmo innovativo di Buzzoole automatizza il processo di match tra influencer e brand rendendo le campagne d’influencer marketing più efficienti. Molte aziende stanno comprendendo l’importanza di collaborare con un content creator e il potere d’influenza sui loro follower.

di Rachele Nicolis