CAREER DAY. Come raccontarlo

Boomerang, video interviste, infografiche e molto altro. Per raccontare il Carrer day i CIMERS hanno scelto diversi modi, diversi temi e diversi punti di vista. Dopo questa esplosione di creatività, è giunto il momento di ricevere un feedback (e preziosi suggerimenti) da Denstu Aegis Network.

Comunicare nella fase di teasing

Una delle fasi più complesse della comunicazione è la fase di teasing, perché è necessario elaborare una strategia di comunicazione, che costituisca l’ossatura, il collante dei diversi post. È quindi necessario prima di tutto lavorare a livello di pianificazione, scegliendo un punto di vista, un messaggio particolare da trasmettere.

Un secondo ordine di problemi è costituito dal materiale a disposizione sia a livello informativo, sia a livello grafico. Occorre quindi effettuare delle ricerche per valorizzare gli aspetti salienti dell’evento, in base al messaggio che si è scelto di comunicare. Ad esempio un tema possibile è il career day come momento privilegiato di incontro con le aziende. Conseguentemente la comunicazione punterà a mostrare il numero e la tipologia di aziende presenti, attraverso foto o interviste con i recruiter.

Comunicare l’evento live

Se nella fase di teasing una difficoltà è costituita dall’assenza di materiale (grafico e fotografico) da cui partire per la creazione di un post, durante la fase di comunicazione dell’evento, questo problema non sussiste: ogni angolo dell’Università brulica di vita. In questa fase occorre porre particolare attenzione ai dettagli che, nella frenesia dell’evento, possono essere trascurati.

L’imperativo da tenere a mente per ogni post caricato è questo: ogni formato deve essere sfruttato al meglio. Se si sceglie di postare un video, ad esempio, bisogna essere rapidissimi nel catturare l’attenzione dell’utente, dal momento che il tempo di attenzione medio è di soli 3 secondi. In 3 secondi la persona a cui stiamo parlando decide se guardare il nostro video o scrollare oltre. Per questo, la nostra comunicazione deve essere efficace già a partire dalla preview, che deve essere scelta con cura.

Se si sceglie un contenuto statico, bisogna tenere a mente le caratteristiche specifiche della piattaforma su cui l’immagine viene postata. Ad esempio, inserire un Instagram poll in una foto nel feed non è funzionale, dal momento che i followers non possono votare. Allo stesso modo, l’aggiunta di un hashtag è utile se avviene all’interno di una story, non nel feed.

Impostare una comunicazione efficace

Lo stesso evento, lo stesso prodotto può essere raccontato in mille modi diversi. Utilizzando il medesimo oggetto, in questo caso il volantino cartaceo dell’evento, si possono ottenere narrazioni interessanti, in grado di catturare l’attenzione del target:

In entrambi i post è contenuta una piccola storia, in cui il career day è presente, ma non è protagonista assoluto.

Infatti, l’attenzione dell’utente è più alta in presenza di una comunicazione non piatta e diretta, ma emotiva, esperienziale, in cui il prodotto o l’evento sono presenti a livello evocativo, valoriale.

Ilaria Rossini

Annunci