PERSONAL BRANDING EXPERT: UNA VOCAZIONE TUTTA MODERNA?

Se, evidentemente, il personal branding è una pratica di lavoro, di cura personale, di miglioramento professionale, il cui statuto è riconosciuto nel mondo imprenditoriale e accademico, non sorprende allora che esistano figure che per lavoro si definiscono personal branding experts

Al giorno d’oggi siamo di fatto circondati— quasi assediati— da lampanti casi di successo personale, ascoltiamo o assistiamo sempre più di frequente a storie di autorealizzazione individuale che sfiorano a più riprese le trame hollywoodiane più felici e che ci vengono raccontate per lo più direttamente dai protagonisti stessi di queste vicende (ma naturalmente è valido anche il contrario, ovvero da storie di “decadimento popolare”…). Quando queste celebrities prestano la loro esperienza di vita alla cortese attenzione del pubblico pagante, essi mettono indubbiamente in pratica le oramai conosciute prassi del personal branding, azionando i meccanismi dello storytelling, dell’advocacy individuale, ecc. ecc. Non per questo, tuttavia, essi possono tutti ugualmente definirsi degli esperti di personal branding, occorre fare un ulteriore precisazione: se da un lato personaggi dello show-biz come Oprah Winfrey—ma ve ne sono davvero pochi come Lei—possono considerarsi monumenti alla vocazione del personal branding, dall’altro sono in realtà le terze parti a qualificarsi spesso come esperti del settore. E con ciò si potrebbe tornare ad argomentare sulla differenza tra experience ed expertise, ma non ci dilungheremo. 

Infatti, ciò che vogliamo suggerire è come siano nate figure professionali che fanno della propria capacità di comunicare le esperienze vincenti altrui, quasi come una variegata metodologia del successo—spesso in pillole—il proprio lavoro, o almeno una quota significativa dello stesso. 

Additiamo ad esempio le figure di Leonard Kim, Dennis Yu o quella molto interessante di Ryan Foland, ma è su di una donna che ci vorremmo brevemente soffermare: Goldie Chan. Quest’ultima è la fondatrice ed attuale CEO della società Warm Robots, un’agenzia che si occupa di creative branding e business ideas, e che annovera tra i propri clienti nomi illustri quali Microsoft ed Adobe tra gli altri. Attivissima tramite il proprio profilo LinkedIn dove ha lanciato la rubrica #DailyGoldie—con la quale ha vinto la classifica LinkedIn Top Voice—tra le citazioni che quotidianamente l’autrice riporta si possono trovare molti interessanti insights sul mestiere del “self-brander” e più in generale sulla definizione di questa nuova—ma non troppo—pratica imprenditoriale. Di seguito, offriamo alla attenzione di chi ci legge alcune delle quotes più interessanti: 

«Personal branding is about managing your name — even if you don’t own a business — in a world of misinformation, disinformation, and semi-permanent Google records. ~ Tim Ferriss

#DailyGoldie»

Your #personalbrand serves as your best protection against business factors you can’t control. ~ Dan Schawbel

#DailyGoldie

People think that stories are shaped by people. In fact, it’s the other way around. ~ Terry Pratchett

#DailyGoldie

Giulio Montagner