QUALI SONO I “SEGRETI DI SILENTE”?

(Disclaimer: l’articolo contiene un’analisi del film, quindi spoiler e chiavi di lettura)

Aprile ha portato nelle sale italiane I segreti di Silente, la terza parte di Animali Fantastici, saga prequel di Harry Potter. Questa produzione cinematografica si è trovata a fronteggiare non poche difficoltà. Innanzitutto, i primi due capitoli della saga hanno scatenato reazioni contrastanti: è pressoché impossibile soddisfare le aspettative di una community affezionata quanto i Potterhead, che aspettavano un ampliamento dell’universo di Hogwarts da troppi anni.

Alcune complicazioni derivano da cause impossibili da controllare, come la pandemia, che ha rallentato, anzi congelato, l’industria cinematografica, intaccandone i ritmi per circa due anni. A questa, si è aggiunto il processo Johnny Depp vs Amber Heard, che ha portato alla decisione di sostituire l’attore con Mads Mikkelsen. Tantissimi fan di Depp si sono rifiutati di vedere il terzo film, sostenendo che lui fosse il solo in grado di cogliere la follia di Grindelwald, il più potente mago oscuro.

Ci sono state anche scelte cinematografiche accolte negativamente. La saga, infatti, è stata accusata di puntare fin troppo sulla nostalgia, ponendo il fan service davanti alla logica della trama. Ne sono un esempio la presenza della Professoressa McGranitt, non ancora nata nell’anno di svolgimento del film, e buchi della trama in favore di richiami nostalgici al mondo di Harry Potter.

Nonostante tutto questo, però, il film è stato accolto in maniera estremamente positiva, essendo attualmente il primo al box office in tutto il mondo. Il ritorno dello sceneggiatore storico della saga, Steve Kloves, ha dato agli spettatori espliciti rimandi alla precedente filmografia: le note di Hedwig’s Theme e la visione di Hogwarts a metà film hanno permesso ai fan di tornare a casa, quando non era ancora casa, considerando gli eventi in ordine cronologico.

La storia personale di Silente è il perno attorno al quale ruota tutta la linea narrativa, che ci mostra il lato più vulnerabile di un personaggio conosciuto unicamente per la sua autorevolezza e abilità. Dunque, due ore e mezza di film scorrono come fili che si intrecciano e dispiegano attorno alla storia personale e familiare del futuro Preside di Hogwarts.

Tra tutti i segreti di Silente, però, quello che più mi ha colpita personalmente è racchiuso nella prima scena del film, segreto al quale viene data relativamente poca importanza.

Il film si apre con un incontro tra Silente e Grindelwald, tra i quali già sapevamo intercorrere un patto di sangue, legame che implica un rapporto particolarmente profondo, di cui, però, non sapevamo nulla. Qui Silente rivela di essere stato innamorato di lui, di averlo amato profondamente. Ecco svelato un lato sconosciuto del personaggio, quello degli affetti più cari, ed ecco la sua affermazione di essere stato innamorato di un uomo. La scelta di trattare l’amore con massima naturalezza e spontaneità sicuramente non è stata casuale.

J. K. Rowling, scrittrice della saga, non è nota per essere particolarmente inclusiva, specialmente dopo essere stata accusata di dichiarazioni trans-fobiche. Parlare di amore con semplicità, in quanto tale, non solo favorisce la diffusione di un linguaggio e di una mentalità inclusiva, ma, nel caso specifico di questa saga, ha permesso a tutto il pubblico di sentirsi accolto in un universo narrativo che, purtroppo, ha commesso nei loro confronti un torto difficile da dimenticare. Per la nostra generazione, Harry Potter rappresenta una parte essenziale del periodo infanzia-adolescenza, un luogo sicuro al quale tornare nei momenti difficili. Sentirsi rifiutati e discriminati spezza il cuore, nonostante diversi attori e gran parte della crew abbiano preso le distanze con fermezza.

I segreti di Silente, però, riguardano anche, e soprattutto, il suo rapporto con Credence e la sua famiglia, in particolare il fratello Aberforth e la sorella Ariana. Nella saga principale, conosciamo poco la famiglia Silente, vediamo in una sola occasione il fratello di Albus. In questo terzo capitolo di Animali Fantastici vediamo, invece, i dettagli di un rapporto familiare complesso, le sfaccettature del carattere brusco di Aberforth e il trauma della scomparsa di Ariana, che nasconde la paura che la storia si possa ripetere con Credence.

Hai visto il film? Quale dei segreti di Silente ti ha colpito di più?

Irene Vitale