MY BRANDING, MY STORYTELLING: VALERIA VERGANI

Mi chiamo Valeria Vergani, ho 24 anni e frequento il secondo anno del corso magistrale in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse, profilo Organizzazione degli eventi culturali ed espositivi.

Nel tempo libero amo guardare serie tv, film e visitare mostre d’arte. La mia più grande passione è viaggiare, conoscendo nuove culture e lingue. È per questo motivo che il mio mantra di vita è: #wanderlust.

Ho scelto di candidarmi per il ruolo di supporto alla comunicazione e social media manager presso il CIT – Centro di cultura e iniziativa teatrale “Mario Apollonio” dell’Università di Cattolica, per potermi approcciare al mondo del teatro, che fino a quel momento era a me ignoto.

Ho svolto questa Attività Altamente Formativa per quattro mesi, da gennaio ad aprile 2022. Non ho avuto un vero e proprio orario di lavoro quotidiano prestabilito, per cui la giornata lavorativa variava a seconda della quantità di lavoro da svolgere e dalle scadenze da rispettare.

Durante lo stage, ho lavorato a stretto contatto con la Prof.ssa Roberta Carpani e con le sue collaboratrici, Marta Reichlin e Martina Guerinoni, che mi hanno supportata nello svolgimento delle varie attività.

Nel corso dello stage mi sono occupata della ricerca di materiali, della programmazione settimanale dei piani editoriali e della creazione grafica e testuale dei contenuti da pubblicare per le pagine Instagram e Facebook del CIT, della pagina Facebook del Teatro sociale e di comunità – Corso di alta formazione e delle pagine Instagram e Facebook del Festival Thauma. Inoltre, mi sono occupata, per circa due settimane nel mese di marzo, della gestione della pagina Facebook di ExpoCarnival. Al termine del periodo di stage, ho svolto anche un’analisi degli insight su tutte le pagine social che ho gestito, in modo tale da valutare i risultati ottenuti dalla strategia di comunicazione adottata, per poterla migliorare ulteriormente in futuro.

L’inserimento nel team è stato facile, grazie anche all’aiuto della stagista precedente, che mi ha affiancata per la prima settimana, spiegandomi il lavoro che aveva svolto nei mesi antecedenti e gli strumenti principali da utilizzare.

Ho svolto gran parte dello stage in smartworking che, nonostante possa sembrare un forte limite, mi ha permesso di organizzare le mie giornate lavorative e sono riuscita così a svolgere l’Attività Altamente Formativa durante la sessione d’esami invernale ed il periodo iniziale del secondo semestre di lezioni.

Si è stabilito un momento fisso per effettuare la correzione dei materiali realizzati durante la settimana, incontrandoci, quando possibile, in presenza nella sede del CIT in Via Sant’Agnese oppure online con una call su Teams. È stata la scelta migliore per rafforzare il team, grazie al confronto diretto e allo scambio di idee ed opinioni. Il supporto non è mai venuto a mancare anche durante lo smartworking.

Questa Attività Altamente Formativa mi ha permesso di crescere personalmente e professionalmente, sviluppando nuove hard e soft skills, spingendomi a mettermi in gioco in qualcosa che non conoscevo. Ho migliorato le mie competenze nell’uso di Canva e ho avuto la possibilità di imparare ad utilizzare Creator Studio per la programmazione dei post.

Consiglio vivamente anche ai miei colleghi di intraprendere questo percorso di stage, in quanto si è rivelata un’opportunità per migliorare la mia organizzazione e gestione del tempo, che mi ha consentito di scoprire i miei punti di forza e di debolezza, consentendomi così di crescere e migliorare.

Valeria Vergani