ECO MARKETING: IL CASO PATAGONIA

Nell’acquisto di un prodotto, sempre più persone, i giovani in particolar modo, non badano più solo all’etichetta e al prezzo, ma si concentrano sull’identità dell’azienda, sul suo modo di comunicare sia online che offline, e sui valori che essa incarna. Valori e identità sono due fattori cruciali, devono essere: chiari, comunicabili e soprattutto individuabili dai consumatori nei prodotti o nei servizi che l’azienda offre. 

Eco-sostenibilità è la parola d’ordine che al giorno d’oggi guida e orienta le scelte d’acquisto di molti consumatori, tant’è che le aziende non possono più sottovalutare questa tendenza. Un brand che ha deciso di ascoltare le esigenze dei suoi clienti e agire di conseguenza è Patagonia, una società americana che vende e commercializza abbigliamento outdoor.

Fondata da Yvon Chouinard, da sempre impegnato in battaglie di tutela e sostenibilità ambientale, Patagonia si considera una “società attivista” : ogni anno impegna l’1% delle sue vendite totali a gruppi ambientali, attraverso L’uno per cento per il pianeta, un’organizzazione di cui Chouinard è uno dei membri fondatori. Questo ente incoraggia le aziende a impegnare l’1% dei loro ricavi netti annuali a favore di organizzazioni di beneficenza non profit incentrate sulla conservazione e la sostenibilità. Nel 2016, Patagonia ha portato questa iniziativa al livello successivo, donando alle organizzazioni ambientaliste il 100% del ricavato del Black Friday, per un totale di circa 10 milioni. 

Schermata 2019-07-25 alle 22.10.38

Patagonia è quindi un’azienda che fa marketing eco-sostenibile, e questo si nota anche dalla sua mission “Siamo in business per salvare il nostro pianeta”. Più che prodotti vende idee legate alla tutela dell’ambiente, al benessere, all’esplorazione, all’avventura, e tutto questo si riflette in una comunicazione anticonvenzionale caratterizzata da amore per la natura, scoperta di posti inesplorati e sostenibilità. Un esempio è la campagna Outdoor del 2017 dove, più che attirare l’attenzione sul prodotto, si invitava il consumatore a riflettere su un acquisto consapevole: “Patagonia crea i prodotti migliori. Non danneggia inutilmente. Utilizza il business per ispirare e implementare soluzioni contro la crisi ambientale”. 

Il brand, comunicando in vari modi il suo impegno nei confronti dell’ambiente, fornisce una ragione per comprare i suoi prodotti e crea intorno a sé una community. Le persone scelgono Patagonia non solo per le elevate caratteristiche tecniche dei capi, ma perché ne condividono valori, filosofia e stile di vita, si identificano con l’identità del brand e si sentono meno soli ad affrontare questa grande battaglia chiamata eco-sostenibilità.

Nicole Terbonati e Morgana Lupica