VIKINGS SEASON 5 – PART 2 : VERSO LA FINE DELLA SERIE?

Da poco terminate le riprese della sesta stagione, all’inizio del gennaio 2019 è stato annunciato che Vikings volgerà ad un termine con la messa in onda della season finale, probabilmente nel 2020. Dopo ben sette anni, dunque, la premiata e tanto acclamata serie chiuderà i battenti.

La notizia della conclusione della serie televisiva canadese ha sconvolto i fan più affezionati, che già dal 2013 hanno seguito con entusiasmo e fervore le vicende degli eroi di Kattegat, narrate con maestria e curate nei minimi dettagli dallo sceneggiatore e produttore esecutivo Michael Hirst.

Tuttavia, la serie più famosa di History starebbe già contrattando con Hirst e MGM Television per la possibile continuazione della saga attraverso uno spin-off, che sarà realizzato dal team creativo che ha dato anima a Vikings. Le trattative sono appena iniziate, ma Hirst sarebbe determinato a collaborare con lo sceneggiatore Jeb Stuart, già autore di Die Hard e Il Fuggitivo.

La seconda parte della quinta stagione di Vikings è ora in onda su TIMvision e Amazon Prime Video, e si concluderà il 30 gennaio 2019.

Ormai orfana del suo personaggio principale, la serie prosegue celebrando il mito del leggendario guerriero Ragnar Lothbrok attraverso le gesta dei suoi figli e le guerre contro i nemici cristiani e gli usurpatori norreni.

Sebbene la quinta stagione sia caratterizzata da un calo d’intensità nei primi episodi, l’azione riprende in maniera avvincente nelle grandiose battaglie tra cristiani e pagani che hanno sedotto gli spettatori fin dall’inizio.

Insomma, nonostante le profonde evoluzioni della trama a inizio stagione, Vikings V – part II si rivela un’ulteriore prova dell’elevato impegno produttivo di History. Ne sono un esempio le ricostruzioni delle battaglie dalla dinamicità spettacolare e dalle tonalità crude e violente; e ancora, la cura minuziosa nella rappresentazione dei luoghi più affascinanti in cui le vicende norrene si svolgono: dalle alte coste alle valli desolate e ghiacciate dell’Islanda, alle foreste della Gran Bretagna.

Immancabile è poi la musica di Trevor Morris, compositore della colonna sonora di tutte e sei le stagioni. In collaborazione con la cantante svedese Fever Ray ed il gruppo musicale Wardruna, Morris ha realizzato un intero universo musicale che ci riporta al culto pagano di Odino, Thor, Freyr e Olaf, da cui si resta inevitabilmente stregati.

Tutto in Vikings è curato nei minimi dettagli, caratteristica che le è valsa una serie di nomination e di vittorie di premi prestigiosi, tra cui gli Emmy 2013, nelle categorie: Outstanding Main Title Design, Outstanding Special Visual Effects in a Supporting Role e Outstanding Sound Editing for a Series.

Di Vikings vengono apprezzate non solo la ricostruzione naturale e veritiera delle ambientazioni e dei costumi, ma anche il fatto che non sia semplicemente una storia di sesso e violenza, ma piuttosto una scoperta dei caratteri, delle paure e dei sogni più nascosti dei personaggi, uno studio di risveglio sociale, emotivo, e persino intellettuale e religioso. Queste peculiarità hanno fatto sì che Vikings venisse accostata a serie come Il Trono di Spade e Spartacus, ed apprezzata ancor più per l’assenza di nudità e violenza gratuite, molto presenti nelle altre due.

Una serie metafora della modernità, che ci insegna a fare la rivoluzione seguendo la nostra sete di conoscenza, e a cambiare noi stessi e il mondo che ci circonda.

È proprio questo a fare la forza di Vikings: una sfida più di testa e di animo che di forza, dove oltre a spade e lance, a guidare gli spiriti sono anche la strategia, l’intuito e l’insofferenza di fronte alla staticità di chi vuole preservare gli interessi di pochi.

Fan di Vikings, è presto per disperarsi: History Channel è fortemente intenzionato a farci emozionare ancora con uno spin-off all’altezza delle battaglie vichinghe che tanto ci hanno appassionato!

Sara Serinelli

Annunci