Intelligenza artificiale e Content Marketing, i tool che cambiano la realtà digitale

Definire cosa sia l’intelligenza artificiale è un compito molto arduo, che merita un’attenta analisi affinché si possa dare una nozione chiara ed esaustiva.
Per il dizionario De Mauro è “l’insieme di studi e tecniche che tendono alla realizzazione di macchine, specialmente calcolatori elettronici, in grado di risolvere problemi e di riprodurre attività proprie dell’intelligenza umana”.
Come tutto ciò possa influire sulla tecnologia è un’altra bella domanda alla quale una risposta chiara non c’è, ma un pensiero univoco sì: tantissimo, al punto da aver modificato schemi e pensieri scientifici in maniera radicale, mutandoli in miglioramenti e maggiori possibilità per tutti coloro che ne usufruiscono.
E proprio da qui inizia questa “scoperta” nel mondo digital dei 5 tool di intelligenza artificiale più utilizzati per fare content marketing.  Dagli assistenti digitali ai software di riconoscimento delle immagini, alle auto a guida autonoma: tutto ciò che un tempo sembrava possibile solo all’interno di film come “Ritorno al futuro”, ora è realizzabile!

L’intelligenza artificiale (AI) ha cambiato il modo in cui le persone interagiscono con informazioni, tecnologie, brand e servizi, al punto da cambiare anche lo stile di vita del singolo e man mano del mondo domestico/quotidiano che lo circonda.
Un tema molto caro nel mondo del digital è quello del content marketing, un‘attività strategica e basata su dati analizzabili, che poggia le basi su creatività, testi, immagini e contenuti in generale. Partendo da questa iniziale idea sulla materia che tratteremo in questo articolo, vedremo ora i dettagli che ci spingono ad interessarci a tutto questo e che hanno portato te utente a voler spendere il tuo tempo in questa lettura.

Quali sono gli strumenti che possono oggi aiutarci a creare maggiore valore per i clienti, ottimizzando tempi e risultati per la creazione di contenuti performanti?
Integrando nel nostro team una “mente digitale” e, quindi, applicando l’intelligenza artificiale al content marketing.
Possono essere incluse nelle AI, il machine learning, il deep learning, le reti neurtali, la NLP (analisi del linguaggio naturale) e la NLG (generazione di testi nel linguaggio natale), i linked data e molti altri campi dell’informatica.

Tutti questi sono nomi ai molti sconosciuti e ai pochi conosciuti, o forse il contrario, ma ciò che invece riconoscono tutti è che spesso non cerchiamo ciò che ci interessa, ma ciò che ci interessa arriva direttamente a noi.
Non è uno scioglilingua o un sillogismo rivisitato, ma semplicemente l’intelligenza artificiale che ormai da tempo è subentrata nella nostra vita, al punto da non farci cercare più la serie tv che potrebbe interessarci, ma a far sì che sia lei ad arrivare da noi.
Netflix, Facebook, IBM utilizzano sistemi che poggiano le basi su meccanismi di riconoscimento che attraverso un’attenta analisi delle nostre preferenze e dei nostri bisogni ci offrono l’esperienza che desideriamo.

L’obiettivo principale dei tool legati all’intelligenza artificiale è quello di automatizzare la produzione di alcuni contenuti di routine in modo da focalizzarsi su attività e processi più creativi.
Facciamo una piccola riflessione sull’editing che, ad esempio, grazie a strumenti che lavorano sul controllo grammaticale dei testi e sull’ottimizzazione SEO dei testi riesce ad aumentare i tassi di successo di una testata online.

I tool più utili per il marketing sono: Acrolinx, uno strumento dedicato alle aziende più strutturate e permette non solo di produrre contenuti, quanto di mantenere coerenza lessico-grammaticale e stilistica fra questi; un altro del settore interessante è WordLift ovvero l’intelligenza artificiale per eccellenza legata al mondo SEO, che aiuta il content marketer a scrivere senza preoccuparsi di come funzionano i motori di ricerca; da citare vi è anche Crystal.io che è uno strumento specializzato nell’analisi delle performance dei contenuti digitali: monitora statistiche dei vari canali, incluso sito web e e canali socia, facilita la pubblicazione di nuovi contenuti e automatizza la gestione della campagne pubblicitarie in mondo da ottenere risultati performanti.

Bisogna infine chiarire un concetto: l’intelligenza artificiale non potrà mai sostituire quella umana, ma può lavorare con questa al fine di ottimizzare tempi e risultati.

Francesca Galeone

Annunci