ASKET E LA RICERCA DEL MENO

Sempre più aziende, al giorno d’oggi, dichiarano il loro impegno nell’ambito sociale e della sostenibilità. In questi ultimi anni diffusissimo è infatti il concetto di Responsabilità sociale d’impresa con cui si intendono l’insieme di politiche, pratiche e comportamenti adottati dall’impresa a favore della comunità in cui opera oltre che dell’impresa stessa.

Continua a leggere

LA CREDIBILITÀ DELLE INIZIATIVE DI CORPORATE SOCIAL RESPONSABILITY: IL CASO VIRTUOSO DI POMELLATO

L’hashtag #noallaviolenzacontroledonne è stato uno degli hashtag più in tendenza su Twitter durante la Giornata Internazionale dedicata alla lotta contro la Violenza sulle donne. La quantità di tweet e, in generale, di contenuti pubblicati sui social riguardanti la violenza di genere hanno dimostrato, ancora una volta, quanto sia importante per gli utenti discutere di questo tema che, seppur molto delicato, va assolutamente affrontato.

In questo scenario, pare più che necessaria la partecipazione dei brand a questa importante conversazione. Come abbiamo ribadito più volte, è ormai fondamentale per i brand prendere posizioni su questioni sociali e agire da “buoni cittadini”, cercando il più possibile di dare l’esempio attraverso iniziative che abbiano un impatto positivo. È, però, essenziale che ci sia un allineamento in termini di coerenza tra le iniziative intraprese e la storia e i valori del brand. Si parla, infatti, di credibilità delle iniziative di Corporate Social Responsability – CSR. Quest’ultima è in grado di influenzare in misura maggiore il processo di identificazione tra consumatore e brand rispetto alla credibilità del brand stesso – data dalla sua immagine e dalla sua reputazione. L’identificazione nel brand da parte del consumatore, non solo andrà a favorire la sua adesione all’iniziativa, ma contribuirà anche a costruire una relazione brand-consumatore di lungo termine basata su valori condivisi. Per questo motivo, si parla spesso di un approccio alla CSR in senso strategico. In quest’ottica, risulta essenziale scegliere cause a cui si è vicini da portare avanti nel lungo periodo, proprio per dimostrare al consumatore l’autenticità del proprio impegno.

Un esempio virtuoso di iniziativa CSR credibile è quello del brand Pomellato. In occasione della Giornata Internazionale dell’eliminazione della Violenza contro le donne, Pomellato – in collaborazione con l’influencer e imprenditrice digitale Chiara Ferragni – ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere con l’hashtag #youarenotalone, proprio per sottolineare il valore della sorellanza e di essere di supporto alle donne vittime di abusi.

Il brand non è assolutamente nuovo a questo genere di iniziative. Pomellato, infatti, sostiene CADMI – la Casa di Accoglienza delle Donne Maltrattate di Milano (appartenente alla rete di centri antiviolenza D.i.RE) – da ormai 10 anni. Inoltre, proprio durante la quarantena, il brand ha donato 100.000 € a sostegno delle vittime di violenza domestica e ha lanciato una raccolta fondi per incoraggiare i propri clienti a supportare la causa. Per di più, da ormai tre anni, manda avanti una campagna – denominata “Pomellato For Women” – volta alla celebrazione dell’empowerment e della leadership femminili, valori in cui crede fermamente.

Pomellato si è, quindi, dimostrato più volte un brand per le donne e vicino alle donne. Di conseguenza, le sue iniziative di CSR a favore della lotta contro la violenza di genere risultano assolutamente on-brand e ribadiscono l’autenticità del suo impegno.

Sara Giselassis

CAREER PATH #4. L’Event Planner

Vincenzo Galimi, Director of Communication & CSR di Deutsche Bank, approfondisce la professione dell’Event Planner. 

Continua a leggere