OSCAR 2018. Il trionfo dell’attivismo

Domenica sera, mentre Mentana cercava di tenere le redini dell’Italia al voto, dall’altra parte dell’Atlantico si teneva la 90a edizione degli Oscar, in diretta dal Dolby Theatre di Los Angeles. Al timone della cerimonia, per il secondo anno consecutivo, un dissacrante Jimmy Kimmel che entra sulla scena del brillantissimo palco, costellato dall’esiguo numero di 45 milioni di diamanti, ironizzando (c’era da aspettarselo) su quella che verrà ricordata come una delle peggio figure dello showbiz: l’errore nella proclamazione del miglior film del 2017 di Warren Beatty che fa ancora venire le palpitazioni al povero Damien Chazelle.

Continua a leggere

COCO. La Pixar colpisce ancora

Ritenuto dagli esperti il miglior film dell’anno, il nuovo prodotto di casa Pixar, non delude le aspettative. In modo originale e divertente racconta una storia profonda, di amore, di famiglia, di crescita. Il protagonista, Miguel, è un ragazzino messicano, che vivrà una fantastica avventura nel mondo dei morti per dimostrare il suo amore per la musica, ma questa sarà anche l’occasione per una crescita sua e della sua famiglia, nonché un modo per trovare la vera unione. Continua a leggere