SANREMO 2020: FESTIVAL DELLA CANZONE E DEL "SECOND SCREEN"

Si è da poco concluso il 70° Festival di Sanremo, un vero e proprio record non solo in termini di ascolti ma anche di coinvolgimento e di interazioni

I social sono diventati un secondo palcoscenico di questa edizione e hanno contribuito indubbiamente ad amplificarne la portata, confermando più che mai il fenomeno del “second screen”: gli spettatori sono sempre più attivi e connessi davanti alla tv e, con telefoni e tablet alla mano, sono pronti a commentare tramite social quanto succede sullo schermo principale.

I numeri sono impressionanti: secondo un’analisi effettuata da InTime Blog sui dati TalkWalker, durante l’edizione 2020 sono state generate 50,3 milioni di interazioni con la produzione di 2,7 milioni di post realizzati da quasi 200 mila autori diversi.

Questa edizione è stata inoltre portatrice di un record di ascolti tra i giovanissimi, dal momento che gli spettatori tra i 15 ai 24 anni hanno superato il 61%: un risultato che non si otteneva dal 1998 e che si è verificato proprio quest’anno che ha visto come novità, guarda caso, lo sbarco di Sanremo su TikTok

Dalla collaborazione con RTL 102.5 è nato un format vincente che è stato in grado di raccontare a 360 gradi la manifestazione con uno stile e un linguaggio innovativo, perfettamente conforme ai contenuti della piattaforma e dei suoi giovanissimi frequentatori. Il successo si deve sicuramente anche al coinvolgimento di tiktoker seguitissime come Cecilia CantaranoJessica Brugali che sul canale TikTok di RTL 102.5 hanno coinvolto gli artisti del Festival in giochi, interviste e challenge tipiche della piattaforma.  

Il legame tra il Festival e i content creator è stato confermato anche su Facebook: protagonisti indiscussi di quest’anno i “The Jackal”, amatissimi su Youtube, che hanno commentato ogni serata della kermesse direttamente dal loro salotto come un gruppo di amici qualsiasi. Il format, “Tutto Sanremo 2020 in 9 minuti”, ha avuto un enorme successo: i video condivisi su Facebook hanno ottenuto circa 1 milione di visualizzazioni oltre a migliaia di condivisioni e in particolare il video dedicato all’ultima serata è entrato anche nelle Tendenze di Youtube. 

È stato però Instagram a fare da padrone in termini di engagement e non sono mancate su questo social le iniziative da parte della stessa organizzazione del Festival, che ad esempio non si è lasciata sfuggire la nuova moda dei filtri per le storie creandone uno ufficiale destinato a diventare virale: “Canta Sanremo” è pensato per cavalcare virtualmente il palco di Sanremo, registrando una storia mentre si intonano alcuni tra i brani più celebri dei settant’anni di storia del Festival.

Su Twitter l’hashtag ufficiale #Sanremo2020 è stato quello più utilizzato per commentare l’evento, ma come spesso accade non è stato l’unico. Dopo l’esibizione di Morgan e Bugo, l’hashtag #BugoGate, ad esempio, è rimasto in tendenza per tutta la quarta serata. Ancora una volta sono stati gli utenti a indirizzare la conversazione, al di fuori degli schemi ufficiali, come era accaduto durante l’edizione 2017 presentata da Carlo Conti e Maria De Filippi, quando l’hashtag #QueenMary era risultato molto più utilizzato rispetto all’hashtag ufficiale #Sanremo2017.    

Martina Panarello