DESIGN THINKING. Come nascono le idee geniali

Nel corso del mio stage da Discovery Italia ho avuto l’occasione di partecipare ad un workshop sul Design Thinking tenuto da Stephen. S. Lee, professore alla Stanford University. Nella rinomata Università californiana, nasce infatti la d.school, dedicata all’insegnamento di questa disciplina. Ma che cos’è il design thniking?

É una processo creativo incentrato sulla persona (human based) e applicabile a qualunque campo, disciplina o azienda, che consiste nel lavorare in gruppo per risolvere grandi problemi con soluzioni innovative ed efficaci.

Per mettere in pratica questa tecnica, create innanzitutto un gruppo, e seguite i sei step in cui si declina il design thinking.

1. Empatia.

Come già detto il design thinking è un approccio che si basa sulle persone, dunque è fondamentale conoscere l’utente, oggetto di indagine, e le sue esigenze. Parola d’ordine dunque è: parlare! Fate domande che puntino a scoprire sentimenti ed emozioni piuttosto che fatti. Alla fine sarà proprio l’utente, attraverso osservazioni e ricerche da parte del designer, a decidere se un prodotto dovrà esistere o meno.

2. Definire.

Scegliete tra i bisogni che sono emersi, quello che vi sembra più significativo e concentratevi su quello.

3. Ideare.

Segnate su dei post-it, che poi attaccherete su una parete per avere una visione d’insieme, tutte le idee che vi vengono in mente per risolvere il problema emerso nelle fasi precedenti. Mettete in moto la vostra immaginazione e soprattutto non abbiate paura di dire tutto ciò che pensate: non esistono cattive idee. Quando ne sarà emerso un numero consistente, scegliete quella che preferite e che sarà la soluzione al vostro problema.

4. Prototipo.

Create un prototipo in maniera rapida ed economica che possa mostrare la soluzione al vostro utente. Potrà anche essere un semplice disegno.

5. Test.

Ascoltate attentamente il feedback dell’utente, lasciate che scopra il vostro prototipo e raccogliete ogni informazione per possibili miglioramenti.

6. Ripetere.

Ripetete il processo sfruttando quanto avete appreso.

La prossima volta che vi troverete a dover risolvere un problema, radunate un gruppo di colleghi, armatevi di post-it e pennarelli e sbizzarritevi con le idee più strampalate: tra queste ce ne sarà sicuramente una vincente!

Julie Azzimonti

Annunci