MANIFESTO DEL PIATTO, PER UN TEATRO RIDIMENSIONATO

In questo difficile momento storico segnato dalla pandemia, una nuova parola, che è quasi uno stato d’animo, sembra ormai essere entrata nel nostro quotidiano: appiattimento. Da quel lontano 10 Marzo le nostre vite sono ormai stravolte: ciò che prima era frenetico e inarrestabile è diventato piatto. Piatto è il simbolo delle abitudini, l’oggetto di uso comune. Piatto è anche lo schermo, in cui siamo stati catapultati e inglobati totalmente. Ma piatta è soprattutto la voce di alcuni lavoratori, che vengono totalmente dimenticati nella tanto agognata fase 2.

Continua a leggere