LA COMUNICAZIONE CHE NON SA COMUNICARE: IL CASO DEL COMUNE DI FERRARA

Le parole sono macigni e bisogna sempre fare attenzione a come il messaggio verrà decodificato dai destinatari: Ho usato i termini giusti? La frase scelta esprime bene quello che voglio dire? Il contesto è ambiguo? Evidentemente il Comune di Ferrara non si è posto queste domande se è stato protagonista, nel mese di settembre 2020, proprio di una comunicazione grossolanamente errata, tanto più grave perché relativa alla condanna della violenza sulle donne. Il messaggio infatti, contrariamente alle intenzioni del Comune, non ha espresso la condanna ma la reiterazione del peggior luogo comune sulle donne, l’attribuzione loro della “colpa” di essere stuprate.

Continua a leggere