MY BRANDING, MY STORYTELLING: VITTORIA GRAZIOLI

Sono Vittoria Grazioli, una ragazza che sta frequentando il corso di laurea magistrale “Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse” profilo Marketing Management presso l’Università Cattolica di Milano.
Sono una ragazza determinata, responsabile, curiosa e con tanta voglia di fare ed imparare; ho un grande interesse per il mondo del marketing, della comunicazione, dei brand e della pubblicità.

Continua a leggere

ESISTE LA CATTIVA PUBBLICITÀ? IL CASO BIRRA CORONA

Si può dire, senza ombra di dubbio, che la birra Corona abbia attraversato momenti migliori.
Possiamo aggiungere il caso “birra coronavirus” all’infinita lista di crisi psicotiche generate dal Covid-19.

Continua a leggere

LA PUBBLICITÀ NON SI FERMA: COME I BRAND RISPONDONO ALLA CRISI DA CORONAVIRUS

La tempesta scatenata dal Coronavirus ha fatto registrare alla maggior parte delle aziende un blocco delle vendite. Si tratta di una situazione di stallo in cui la comunicazione non è mai stata così fondamentale per i brand, considerando anche che l’aumento vertiginoso del tempo trascorso in casa corrisponde ad una crescita esponenziale del tempo speso davanti agli schermi e in particolare sui social media.

Continua a leggere

MEDIASET: COINVOLGERE GLI STUDENTI È SEMPRE UNA BUONA IDEA

Il corso di Marketing Management tenuto dalle Prof.sse Chiara Cantù e Lala Hu ha dato modo a chi lo ha frequentato di sviluppare un vero e proprio piano strategico di marketing. Continua a leggere

IL MARKETING MIX EVOLVE DALLE 4 P ALLE 4 C

In un mondo sempre più connesso, il concetto di marketing mix si è evoluto a ricomprendere una maggiore partecipazione dei clienti. Il marketing mix classico delle 4 P deve essere rivisto all’insegna delle 4 C: co-creation, currency, community, conversation.

Continua a leggere

HERITAGE MARKETING: IL PASSATO È IL NUOVO FUTURO

In modo particolare dal secondo dopoguerra, il prodotto di un’azienda storica acquisisce qualità esperienziali, diventa simbolo di valori e storie. Al di là del suo effettivo valore di mercato, il prodotto heritage assume in sé una fascinazione emotiva.

Continua a leggere

CAREER PATH #8: il Digital Senior Manager

Accenture è al giorno d’oggi la società di consulenza aziendale più grande al mondo,un’azienda americana con un footprint globale, di fatto è un network che si muove in una realtà  interconnessa che lavora in collaborazione e in sinergia con clienti in Italia e all’estero. L’organizzazione interna è basata su sei aree di businessstrategy, consulting, technology, digital, operation security. I dipendenti sono circa 400mila nel mondo e 12/14mila in Italia. Oggi abbiamo l’opportunità di scoprire in cosa consiste il lavoro di Giuseppe Cataldo, Digital Senior Manager di Accenture Interactive.

Continua a leggere

NUTELLA O CREMA PAN DI STELLE: CHI VINCERÀ?

Barilla ha sfidato Ferrero con la sua nuova crema spalmabile Pan di Stelle. Chi non ha sentito questa notizia? E chi non si è domandato se la nuova crema alla nocciola sarà all’altezza di Nutella, regina delle creme spalmabili che, ad oggi, possiede il 54% della quota di mercato e soprattutto ha già conquistato il cuore degli italiani? Continua a leggere

I BRAND E LA SOCIAL RESPONSIBILITY: IL CASO STELLA MCCARTNEY

Il numero 23 di Old Bond Street – Londra a prima vista potrebbe sembrare un normalissimo edificio del XVIII secolo come molti altri, ma al suo interno si nasconde una vera e propria esperienza multisensoriale che approfondisce la filosofia del marchio e la sua volontà di recuperare, riutilizzare e riciclare.

Continua a leggere

Cos’è la Lead Generation? E perché è così importante generare Lead online?

Primo passo fondamentale prima di entrare nello specifico è cercare di capire cosa si intende con l’espressione lead generation. Esiste una definizione? Partiamo con l’affermare che quando parliamo di lead generation intendiamo la generazione di contatti, ossia la generazione di un flusso di consumatori potenziali, altrimenti chiamati lead, che potrebbero essere interessati ai prodotti o servizi offerti da un’azienda.
Utilizzando il termine consumatori ho automaticamente ristretto il campo della lead generation in un’ottica B2C, ma non è così. La lead generation si può fare anche nel B2B; in questo caso infatti, la nostra azienda si occuperà delle vendita di prodotti e servizi ad altre aziende, e queste ultime saranno i cosiddetti lead, ossia i contatti caldi che la nostra azienda si impegnerà a generare.

Continua a leggere