NAKED SHOP: Lush si mette a nudo

“Siamo tutti nudi! Ci fai compagnia?”. Con questo claim il nuovo concept store di Lush in via Torino riesce a fare voltare la testa ai passanti. Inaugurato il 1 Giugno, si tratta del primo Naked Shop al mondo, ovvero di un negozio in cui tutti i prodotti venduti sono privi di packaging, in segno di denuncia verso il tema dell’inquinamento ambientale dovuto all’eccessivo uso di plastica. Continua a leggere

Annunci

LE PROFESSIONI DELLA COMUNICAZIONE. Le novità del digitale tra cinema e pubblicità

Tra le tante tematiche affrontate durante la giornata delle professioni della comunicazione, organizzata da Almed lo scorso 11 maggio, il secondo “round table” si è incentrato sulla comunicazione di prodotto. I professionisti presenti hanno cercato di spiegare, ognuno nel proprio ambito, come il digitale si inserisca nella realtà dei media di comunicazione e come influisca sulle relative professioni.

Continua a leggere

LE PROFESSIONI DELLA COMUNICAZIONE. Mara Maionchi ed il cambiamento della comunicazione musicale

Mara Maionchi è spesso conosciuta come personaggio televisivo, ma in realtà non tutti sanno che è anche: produttrice discografica, scrittrice, e speaker radiofonica. Tutte queste professioni, e 58 anni nel settore, l’hanno portata ad essere uno degli più illustri esperti della comunicazione del prodotto musicale. Continua a leggere

NON TUTTE LE E-MAIL VENGONO PER NUOCERE (SE BEN SCRITTE)

E-mail marketing: tecnica deceduta o strategia efficace? Se protendi verso la seconda opzione, sei sulla giusta strada: un’e-mail ben strutturata riesce ad attirare l’attenzione del tuo destinatario. Ma come?

Durante la lezione di Digital Communications Management, il dott. Di Giuseppe ha presentato una serie di accorgimenti di cui tener conto per scrivere e-mail che non siano immediatamente identificate come SPAM e conseguentemente cestinate.

 

COME INIZIARE

I marketers anglofoni descrivono la strategia di scrittura di un’e-mail utilizzando l’acronimo CATS: “the right Content, served to the right Audience derived at the right TIME, equals Succes”.
Prima di gettarsi a capofitto sulla scrittura di un contenuto, è bene aver chiaro lo scopo per cui lo si scrive e il target al quale questo è indirizzato. Il risultato? Un contenuto contestuale che catturi l’interesse ed educhi il consumatore, aggiungendo valore senza chiedere nulla in cambio.

COME SCRIVERE UN’E-MAIL

L’oggetto è il gatekeeper della tua e-mail: se hai scritto un contenuto efficace ma un oggetto per nulla appealing, nessuno aprirà mai la tua e-mail. Ecco come rendere l’oggetto il più efficace possibile:

1. Utilizzare un linguaggio actionable: il dott. Di Giuseppe specifica che «la migliore tecnica è utilizzare verbi che suggeriscano l’azione che l’email consentirà di svolgere (“Prenota ora: è tempo di partire con il -50% di Italo) o parole che rendano chiaro il valore offerto dall’e-mail (“Non perderti il concerto di Bruce Springsteen!”);

2. Personalizzazione: se vuoi ottenere una maggior open rate delle e-mail, è necessario svolgere un processo di segmentazione.  Ad esempio, se dopo aver individuato il target scopri che una fetta dello stesso sta cercando casa a Milano, in una zona centrale, potresti inviare un’e-mail dall’oggetto: “6 annunci per appartamenti a Milano zona Darsena”;

3. Chiarezza: la tua priorità non è quella di rendere accattivante il contenuto ma di metter in luce quanto vuoi comunicare al tuo destinatario. Non utilizzare parole poco familiari o parole troppo lunghe. Rendi le frasi brevi: mantieniti sotto i 50 caratteri!

4. Allineare l’oggetto al corpo dell’e-mail: deve esserci corrispondenza tra quanto è scritto nell’oggetto e quanto viene approfondito all’interno del corpo dell’e-mail altrimenti i tassi di click-through-rate diminuiranno.

Continua a leggere

Riccardo Pozzoli: quando una passione diventa business

Riccardo Pozzoli, 31 anni, l’uomo dietro The Blonde Salad e  Foorban, startupper di successo e businessman avviato, è stato ospite del Club Diplomatici dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, il 17 maggio. Continua a leggere

Assolombarda, il Prof. Razzante presenta il volume “L’Informazione che vorrei. La Rete, le sfide attuali, le priorità future”

Si è parlato di fake news, protezione dei dirittiin Rete e riforma della governance Rai nel corso della presentazione del volume “L’Informazione che vorrei. La Rete, le sfide attuali, le priorità future”di Ruben Razzante, docente di Diritto dell’informazione all’Università Cattolica di Milano e alla Lumsa di Roma. Continua a leggere

LE PROFESSIONI DELLA COMUNICAZIONE. Axel Fiacco e i format TV

Più o meno due anni fa, quando ero ancora una studentessa del corso di laurea triennale in Linguaggi dei Media, ebbi l’occasione di frequentare un laboratorio molto interessante, incentrato sui format televisivi e le loro peculiarità. A tenerlo era Axel Fiacco, noto autore e produttore televisivo, che ci spiegò quali sono le caratteristiche di un format, le tipologie e le modalità con cui venderlo sul mercato. Continua a leggere

92° Adunata Nazionale degli Alpini: cosa aspettarsi

Un corpo scelto dell’esercito italiano nato nel lontano 1872. Un tratto distintivo inconfondibile appuntato sul cappello: la “penna nera”. Un motto: “Di qui non si passa”.
Ecco chi sono gli Alpini: uomini e donne di tutte le età con il compito di proteggere il paese. Continua a leggere

Le professioni della comunicazione: i mutamenti del settore audiovisivo e il percorso di Erica Negri

La digitalizzazione ha rivoluzionato l’intero scenario del mondo del lavoro e, in particolar modo, le professioni della comunicazione. Alcuni illustri professionisti di questo campo hanno cercato di fare il punto della situazione portando le proprie esperienze presso il workshop che si è tenuto nella Cripta Aula Magna dell’Università Cattolica lo scorso 11 Maggio.

Continua a leggere

Colloquio via Skype: come non farsi cogliere impreparati

In un mondo in cui la competizione per un posto di lavoro è alle stelle e le selezioni si dividono in sempre più fasi, è essenziale conoscere l’arte dei colloqui via Skype che, se gestiti con professionalità, vi faranno arrivare alla tanto osannata “short list” dei candidati. Ecco i consigli da chi di selezione ne fa un lavoro, Roberta Montervino, account di selezione presso Synergie.

Continua a leggere