DIGITAL MARKETING, LE NOVITA’ DI HUBSPOT

Direttamente da Boston, in particolare dall’edizione 2019 delle conferenze Inbound organizzate da Hubspot dal 4 al 7 settembre 2018, arrivano, anche in Italia, le grandi novità sul Digital Marketing.

L’incontro è stato indetto dalla divisione italiana di HubSpot, azienda con sede a Cambridge che ha sviluppato la piattaforma software che ha definito il concetto di Inbound Marketing, presentando una metodologia per la gestione del web marketing a 360°.

L’Inbound Marketing si concentra sulla creazione di contenuti educativi rivolti ad un potenziale cliente che risultino per questo interessanti al punto da attirarlo sulle piattaforme delle imprese. Il Sales Funnel di Hubspot  che si sviluppa in quattro fasi – attract, convert, close, delight – si è evoluto!

Schermata 2018-11-06 alle 18.28.02.png

Poche settimane fa, infatti, è stato presentato dalla divisione Italiana di Hubspot, precisamente da Luciano Tolomei, manager dell’azienda, un nuovo modello di Inbound.  Parliamo del Flywheel che a differenza del suo predecessore, prevede tre fasi: attract, engage, delight.

Il modello ha forma di un volano che va più veloce ogni volta che gli si dà energia: l’apporto energetico viene offerto proprio dal cliente, che se è soddisfatto ne attrae di nuovi.

Tolomei spiega quanto sia importante per un’azienda un corretto ed efficace approccio all’ambiente digital e al cliente, escludendo modalità invasive come alcune tradizionali forme di marketing. Obiettivo del nuovo modello di Inbound è proprio questo: attrarre il cliente su piattaforme digital attraverso una buona politica SEO e la generazione di contenuti ad hoc; incorporare il cliente nella propria customer base cercando di rendere la sua esperienza di consumo quanto più semplice possibile; costruire una forte relazione con il cliente attraverso scale di incentivi tenendo ben presente che il successo del consumatore nel soddisfacimento dei propri bisogni rappresenta anche il successo per l’azienda.

Schermata 2018-11-06 alle 18.26.15

Tolomei infine si sofferma sulla grande attenzione da porre al processo di generazione dei contenuti digitali e di come questi debbano risultare realmente attraenti e distinguersi tra la miriade di contenuti che oggi la rete propone.

Successivamente prendono la parola Matteo Vitulano e Ilaria Casaroli, anche loro membri del team di Hubspot Italia. I giovanissimi collaboratori di Hubspot ci introducono al moderno concetto di Conversational Marketing, un insieme di digital practices e di strategie – come l’innovativo utilizzo di chat live – che rendono più semplice ed efficace l’approccio al cliente.

Alla fine della presentazione abbiamo chiesto a Tolomei quali best practices un’azienda dovrebbe seguire per aumentare le possibilità di successo nei processi di acquisizione della clientela. Il manager di Hubspot ci ha proposto tre valide alternative:

  • Rivolgere un invito al senza esercitare pressione sul cliente bensì cercando di stimolare la sua curiosità agendo in logica partecipativa.
  • Offrire un reward al cliente che non sia casuale ma che appartenga ad un preciso sistema di incentivi costruito per attirare progressivamente il cliente al brand e aumentare il valore percepito.
  • Sostituire la chat del website aziendale con la chat di Messenger, che può risultare più comoda e familiare per il cliente stando attenti a non invadere la sua intimità in rete per via della sempre maggior attenzione prestata alla privacy da numerose fasce di consumatori.

Sara Cardone
Angelo Maria Micciulla

Annunci